Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Tamburi: "Non abbandoniamo Eataly"

Tip non uscirà dall'azionariato dopo il cambio al vertice

"Tip continua a credere nel progetto di Farinetti": lo ha detto a Corriere.tv Giovanni Tamburi, presidente e ad dell'investment company che possiede una quota di circa il 20% nella società fondata da Oscar Farinetti e che ha da poco affidato le deleghe operative al figlio Nicola. Contestualmente Andrea Guerra rimarrà presidente non operativo (vedi EFA News del 10/1/2019).  "Sapevamo che Andrea Guerra a un certo punto avrebbe lasciato ed è stato proprio lui a scegliere Nicola. Noi crediamo nel progetto e restiamo azionisti, siamo investitori di lungo periodo".

Eataly ha aperto il suo primo store a Torino esattamente 13 anni fa. Con l’ultima apertura in Canada, a Toronto, a novembre 2019, sono diventati 41 i punti vendita della catena, e 15 i Paesi presidiati, con negozi ormai in tante delle più importanti città d’Italia, da Torino a Roma, da Milano a Firenze, tra le altre, del mondo, da New York a Parigi, da Mosca a Istanbul, da Monaco di Baviera a Seoul, da Chicago a Boston, da Tokyo a Las Vegas, da San Paolo del Brasile a Los Angeles. E l’espansione continua: Farinetti al Corriere ha dichiarato di puntare ad altri "100 negozi nel mondo".

Oltre a Tamburi Investment Partners (che è azionista tramite ClubItaly, una newco partecipata anche dall'armatore D’Amico e da alcune dinastie italiane del food, come i Lunelli delle Cantine Ferrari, Branca, Lavazza, Ferrero, Marzotto), nell'azionariato compare anche la famiglia Miroglio, tramite la Carlo Alberto, e l'Alleanza Coop 3.0 con una piccola quota, oltra ad altri azionisti minori. Quasi il 60% è in mano alla Eatinvest della famiglia Farinetti.

agu - 10232

© EFA News - European Food Agency Srl