Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Pink Lady Europa presenta la sua Carta degli Impegni

14 obiettivi di sostenibilità sociale e ambientale

L’Associazione Pink Lady Europe ha presentato a Fruit Logistica di Berlino tutte le misure e gli interventi contenuti nel codice di sostenibilità Pink Lady.

L'Associazione Pink Lady Europe ha messo nero su bianco i propri obiettivi in termini di sostenibilità nella Carta degli Impegni, un documento sottoscritto da tutti gli attori della filiera: produttori, stazioni di confezionamento e distributori delle mele Pink Lady.
Attraverso il proprio codice, Pink Lady Europe desidera aumentare la sostenibilità lungo l'intera catena di creazione del valore. Per raggiungere questo obiettivo, l’associazione ha analizzato tutti i processi della filiera di produzione e li ha migliorati: dal lavoro nel frutteto, passando per le stazioni di confezionamento, fino alla distribuzione.
L’associazione punta sullo scambio di esperienze tra produttori, su partnership durature con esperti del settore e su un’analisi costante dei progressi in tutte le aziende aderenti. L’associazione, quindi, coinvolge nella nuova campagna di sostenibilità il 100% dei propri associati. Da febbraio 2020 le mele Pink Lady sono disponibili in commercio in tre nuove confezioni prive di plastica: una vaschetta in cartone 100% certificato PEFC, una vaschetta sigillata da pellicola in materiali completamente biodegradabili e un sacchetto in flowpack anch’esso biodegradabile, mentre  gli alveoli per la vendita del prodotto sfuso sono già da tempo in cellulosa. Un altro obiettivo intermedio entro il 2025 è la tracciabilità di ogni singola mela, dal frutteto fino al negozio.
Ecco l'elenco delle 14 misure del codice di sostenibilità: potenziamento delle misure agro-ecologiche entro il 2021; risparmio di risorse naturali; rinuncia alla plastica usa e getta; filiera produttiva a impatto zero sul clima in Europa entro il 2030; mantenimento dei posti di lavoro nei frutteti; incentivi per giovani frutticoltori; attività volta a favorire rapporti di buon vicinato; compenso equo per tutti gli attori della filiera; continuo miglioramento delle condizioni di lavoro; promozione di attività innovative in termini di sostenibilità; abolizione di qualsiasi spreco; garanzia di mele sane, naturali e di alta qualità; perfetta tracciabilità di tutte le mele; promozione dello scambio tra produttori e consumatori.

mtm - 10641

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili