Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Coronavirus/2: l'appello degli Ambasciatori del Gusto

Chiesto a gran voce il sostegno delle istituzioni

L'Associazione chiede l'abolizione degli adempimenti tributari nelle regioni colpite da covid-19, programmi di defiscalizzazione e decontribuzione, i fondi di disoccupazione per i dipendenti impossibilitati a lavorare

"L'Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto (AdG) è una realtà fortemente inclusiva nata con l’obiettivo di rappresentare ogni aspetto della ristorazione italiana, dando voce agli imprenditori di un settore che si dimostra trainante per il sistema Italia, non solo in termini di valore economico ma anche rappresentativo per identità, cultura e stile di vita di una nazione": inizia così l'appello diffuso da AdG nel pieno dell'emergenza sanitaria legata al coronavirus. 

"In virtù di questa nostra naturale predisposizione a dialogare con enti e istituzioni agendo al loro fianco e sempre in prima linea nella difesa, nella tutela, nella promozione e nella valorizzazione globale del made in Italy, vogliamo mettere in chiara evidenza come la recente emergenza sanitaria covid-19 stia colpendo al cuore l’intero comparto. Il timore incontrollato della popolazione circa il contagio minaccia infatti la sopravvivenza della nostra categoria che, svilita dallo sviluppo ingiustificato della fobia e senza margini di guadagno, resta comunque vincolata al rispetto degli obblighi fiscali. Siamo esposti a un rischio senza precedenti. Il nostro appello è quindi per un’azione urgente e quanto mai concreta. Chiediamo ai ministri competenti di abolire gli adempimenti tributari nelle regioni colpite da covid-19, ai presidenti di regione e ai sindaci dei territori coinvolti di concentrare programmi di defiscalizzazione e decontribuzione rivolti alle imprese e ai titolari di partita Iva della filiera; la possibilità di sospensione dall'impiego per i propri dipendenti, per tutto il periodo di interesse, prevedendo l'accesso ai fondi di disoccupazione. È doveroso per la nostra nazione l’aiuto nei confronti di chi è in difficoltà. 

È strettamente necessario che tutti gli enti e le istituzioni, di ogni ordine e grado, si attivino per preservare dal collasso un comparto che è, di fatto, il fiore all’occhiello di un intero sistema".

mtm - 10817

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili