Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

La ristorazione milanese unita dona a Croce Rossa e Anpas

Raccolta la somma di 100mila euro per sostenere la battaglia contro il coronavirus

La libera associazione dei Brand della Ristorazione Italiana è nata a Milano il 24 febbraio e rappresenta oltre 10.000 lavoratori impegnati in un comparto in grave sofferenza dalla diffusione nel nostro Paese del coronavirus.

L’Unione dei Brand della Ristorazione Italiana ha, come promesso e in una sola settimana, raccolto la somma di 100.000 euro tra le oltre 100 imprese aderenti, che ha donato a due grandi associazioni di volontari impegnati sull’emergenza coronavirus: Croce Rossa e Anpals. Le due associazioni hanno destinato le somme ricevute all’acquisto di apparecchiature e materiali sanitari. La libera associazione dei Brand della Ristorazione Italiana è nata a Milano il 24 febbraio scorso per dare un segnale di presenza e supporto ai cittadini, nel rispetto delle indicazioni diffuse dagli enti competenti in tema di contenimento della diffusione del Covid-19 e rappresenta oltre 10.000 lavoratori impegnati in un comparto in grave sofferenza dalla diffusione nel nostro Paese del Coronavirus. 

Dichiarano i promotori dell’iniziativa Antonio Civita (Panino Giusto), Vincenzo Ferrieri (CioccolatItaliani), Nanni Arbellini (Pizzium): “La nostra situazione è tuttora estremamente critica, ma quando abbiamo deciso settimana scorsa di tenere la città “aperta e accesa” attraverso i nostri complessivi più di 1000 locali, abbiamo voluto esprimere a tutti un messaggio di solidarietà e unione. Il video #milanononsiferma che abbiamo commissionato all’agenzia Brainpull, è una carica di coraggio che è stata visualizzata da oltre 50 milioni di persone. Il video è stato riportato da tutti i maggiori media e dalle persone più influenti; questo risultato ci incoraggia a vedere un futuro di ripresa, il più presto possibile, che ci veda tutti uniti. Abbiamo creduto giusto, nonostante la evidente difficoltà che stiamo attraversando con i nostri locali vuoti di turisti, dare una mano ai volontari che si spendono ogni giorno per questa e ogni altra emergenza della collettività. Ora stiamo studiando iniziative di comunicazione che mostrino al mondo Milano come quella città unica e straordinariamente attraente che è, per il suo stile di vita e per tutti i suoi tesori, tra cui il cibo e l’accoglienza.”

mtm - 10921

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili