Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Icam (cioccolato) raggiunge un fatturato 2019 di 162 mln

Il gruppo lecchese è leader nel biologico ed esporta il 60% della produzione

Cresce il fatturato di Icam, azienda lecchese con 70 anni di storia produttrice di cioccolato e semilavorati del cacao, che chiude il 2019 a 162 milioni di euro (+6 mln rispetto al 2018 e +27 mlm negli ultimi 4 anni).

Una delle chiavi della crescita è lo stabilimento produttivo di Orsenigo, inaugurato nel 2010 e diventato in poco tempo il cuore della produzione di Icam. Dotato delle più moderne attrezzature e protagonista di continui investimenti in tecnologia 4.0, allo scopo di garantire la costante crescita dei volumi produttivi e in grado di rispondere alla sempre mutevole richiesta di prodotti con caratteristiche specifiche e standard di qualità e sicurezza ai massimi livelli. Lo stabilimento di Orsenigo opera nella piena ottemperanza delle principali certificazioni internazionali (gluten/lactose free, BIO, fairtrade ecc), realizzando oltre 400 diverse tipologie di cioccolato e un ampio ventaglio di ricette (Gran Cru, Monorigine e specifici blend).

“Attraverso i risultati economici vediamo, anno dopo anno, la nostra visione aziendale prendere forma. L’impegno nella ricerca di materie prime eccellenti, grazie a una filiera completamente integrata e nella creazione di uno stabilimento in grado di rispondere alle più svariate ed innovative esigenze del mercato, ci viene ripagato oggi attraverso la certezza di essere uno tra i più importanti player del settore, ha dichiarato Angelo Agostoni, presidente di Icam. Uno sforzo che abbiamo confermato anche nel 2019 attraverso il primo bilancio di sostenibilità redatto lo scorso giugno, che sarà per noi una guida per mantenere sempre alta la nostra soglia di attenzione nei confronti della filiera, delle persone con cui interagiamo e del pianeta in cui viviamo. Attraverso il bilancio di sostenibilità ci siamo dati degli obiettivi sfidanti che ci porteranno nei prossimi anni a incrementare ulteriormente la quota di cacao da approvvigionamento diretto, a ridurre di oltre il 90% i consumi idrici annui e a limitare il volume di imballi, utilizzando, dove possibile, confezioni 100% riciclabili, sviluppando contemporaneamente soluzioni di packaging biodegradabili/compostabili.

La produzione nell’anno appena conclusosi ha visto un sostanziale consolidamento dei diversi canali di business nel mix di fatturato, con una crescita del +2% nei prodotti destinati all’industria, ed una conferma di Private Label (39%) e Brand (15%). Vanini, brand premium di proprietà dell’azienda, continua la sua crescita, aumenta la sua quota di mercato e beneficia di una maggiore distribuzione del prodotto nelle insegne della GDO e degli investimenti in comunicazione che ne stanno aumentando la notorietà sul consumatore.

Il biologico è un’altra delle scelte vincenti di Icam  che negli anni è diventata leader mondiale nella produzione di cacao bio e che rappresenta, a chiusura del 2019, il 66% dell’intera produzione. 

Complessivamente l'export vale il 58% del giro d’affari globale originato da vendita e distribuzione di prodotti di cioccolato in 69 paesi del mondo. 

Galleria fotografica Stabilimento ICAM Orsenigo (CO) Stabilimento ICAM Orsenigo (CO)
agu - 10973

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili