Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Covid: il Sudafrica riprende l'export di vino

Dopo 5 settimane di blocco costate 50 milioni di euro

Dopo oltre un mese di blocco forzato l’industria vitivinicola sudafricana ha finalmente potuto riprendere le spedizioni di vino all’estero. Lo scrive oggi Unione Italiana Vini sulla sua home page: la restrizione alle esportazioni di prodotti vinicoli era stata disposta dal governo sudafricano a partire dal 26 marzo, per poi essere sospesa il 7 aprile, ma di nuovo ridisposta dopo soli nove giorni il giorno 16. La revoca del blocco, che si spera questa volta definitiva, è arrivata il 29 aprile, per voce del ministro Nkosazana Dlamini Zum che in una conferenza-stampa ha annunciato il passaggio dalla fase 5 alla fase 4 del lockdown per Covid-19 a partire dal primo di maggio. Ad aprile, Wines of South Africa (WoSa),  aveva stimato (in modo conservativo) in circa un miliardo di Rand FOB la perdita di fatturato per l’industria del vino derivante da cinque settimane di blocco delle esportazioni (si tratta di circa 50 milioni di euro).

Il passaggio alla fase 4 consente dunque la ripresa della produzione, del trasporto verso i porti e dunque dell’esportazioni di vino; rimane però in vigore il divieto di vendita di bevande alcoliche, imposto in particolare, come già in altri Paesi, per evitare che le persone si riuniscano per consumarne. 

red - 11701

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili