Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Pane e cioccolato, parte la masterclass

Perugina ha coinvolto gli esperti Alberto Farinelli e Giuseppe Vaccarini

Perugina Nero ha coinvolto i due grandi esperti per regalare il perfetto abbinamento tra pane e cioccolato fondente con le regole da seguire. Il percorso di degustazione fa parte di “Programma Nero”, le Masterclass dedicate agli abbinamenti col cioccolato fondente Perugina.

Uno è il “cibo degli dei” l’altro è il “nutrimento degli angeli”, denominati storicamente così, cioccolato e pane sono due prodotti semplici che abbinati insieme sono in grado di regalare un’esperienza gustativa unica apprezzata sia da grandi che da piccoli. Città dopo città, regione dopo regione, l’Italia ha una ricca tradizione panificatoria; ecco perché Perugina Nero ha lanciato la Masterclass “Programma Nero”: un percorso di degustazione che accompagna le tante varietà di pane al cioccolato fondente  di cui è il massimo esperto. La Masterclass vuole essere anche una celebrazione delle tradizioni e culture italiane, in particolare quella di tornare a cucinare le cose semplici, che ci ricorda il lato bello dello stare a casa, riscoprendo genuinità e semplicità. Per fare questo, Perugina Nero ha coinvolto 2 grandi esperti dell’enogastronomia e della pasticceria italiana Il primo è il Maestro Cioccolatiere Alberto Farinelli, della Scuola del Cioccolato Perugina. Il secondo uno dei più grandi sommelier italiani, Giuseppe Vaccarini, autore tra l’altro del libro “Cioccolato Codex Nero Fondente” (Hoepli), la bibbia del cioccolato fondente dedicata agli amanti del cioccolato fondente.

Cioccolato e pane in abbinamento, sono due prodotti in grado di soddisfare il palato di tutti. Storicamente era la merenda dei piccoli ed oggi continua ad essere apprezzato anche dagli adulti perché è un “accostamento che ‘funziona' sempre, in ogni occasione e modo” - come afferma Giuseppe Vaccarini -  “Difficilmente essi ‘annoiano’ o stancano il palato: il piacere di gustarli rimane intatto fino all’ultimo boccone.” Questi due componenti sono in grado di esaltarsi vicendevolmente facendo emergere la loro personalità. I due prodotti sono entrambi ottenuti dalla macinazione di semi e subiscono processi di fermentazione, essiccamento e miscelazione; si presentano di colore sia bianco che marrone scuro e le loro componenti aromatiche sono numerosissime.

Unire cioccolato e pane è facile ma per ottenere la combinazione ideale è necessario seguire alcune regole. Un cioccolato fondente al 70% ad esempio, si combina in modo eccezionale con del pane che si presenti croccante, cavo e con poca mollica. In questo caso la sensazione dolce del pane deve essere appena accennata e percepita solo dopo alcuni minuti che il boccone è in bocca ed è stato opportunamente masticato. Nel caso contrario, invece, un cioccolato particolarmente amaro e più aspro come quello all’85% deve essere ingentilito e smorzato da un pane ricco di mollica, che stimola la salivazione e la cui percezione di dolcezza è rapida e abbondante. Ideale, dunque, il pane pugliese o il pan carrè. Il pane sciocco, ovvero privo di sale, come quello toscano, è ottimo con il cioccolato allo zenzero poiché questi frutti contengono una discreta percentuale di sali minerali in grado di completare quelli mancanti del pane. Accattivante è l’accostamento del cioccolato con le fave di cacao con il “Pane forte” di Sicilia ovvero un pane ottenuto con farina di grano tenero, lievito naturale e sesamo. Difficilmente invece si crea una buona armonia tra il pane all’olio e il cioccolato, poiché la sensazione grassa del pane non permette di percepire perfettamente quella del burro di cacao presente nel cioccolato.

In allegato tutte le regole di abbinamento previste dalla Masterclass "Programma Nero".

Allegati
agu - 11899

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili