Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Brita imbottiglia il record di vendite

548 milioni in 2019, 20 milioni in Italia

Brita batte il record delle vendite nel 2019. Il Gruppo tra i massimi esperti mondiali per l'ottimizzazione e personalizzazione dell'acqua potabile, ha registrato un fatturato di 548 milioni di euro (+15,6% sul 2018). I prodotti domestici (caraffe, bottiglie, filtri e sistemi collegati al rubinetto) rappresentano il 69% delle vendite totali del gruppo, mentre il segmento della Filtrazione Professionale (con soluzioni per il settore Horeca e vending) e dei Dispender Professionali rappresenta il restante 31%. 

"I nostri prodotti sono stati ampiamente apprezzati come alternativa ecologica all'acqua minerale in bottiglia di plastica. Naturalmente, il nostro marchio svolge un ruolo chiave. Le persone in tutto il mondo, da decenni, si fidano dei nostri prodotti per qualità, tecnologia e innovazione, ma anche per design e convenienza", commenta Markus Hankammer, Ceo del Gruppo tedesco che in Italia a sede a Bergamo e che vanta 29 filiali nazionali e internazionali, 4 siti produttivi e distributori in 69 paesi. Il Piano strategico "Brita2020" aveva proprio come obiettivo quello di passare da un'azienda centrata sull'Europa a un'azienda globale. 

"Siamo riusciti a farlo", spiega Hankammer, "incrementando la nostra leadership in Emea, costruendo una seconda casa in Asia (Giappone, Taiwan, Cina, Hong Kong e Corea del Sud, e da ultimo entrando nel subcontinente Indiano), muovendo infine i primi passi in Nord America". Nel 2019, infine, Brita ha inaugurato il nuovo plant di Arsago Seprio (VA), un importante investimento in un sito produttivo che sempre più vedrà concentrata la produzione dei Professional Dispenser. Guardando al mercato italiano, il 2019 è risultato un anno di forte crescita in entrambi i settori, consolidando un risultato da record poco superiore ai 20 milioni di fatturato netto. La Divisione Consumer, in particolare, ha avuto una crescita dirompente come non si vedeva da almeno 10 anni, superando i 10 milioni di fatturato. 

Il 2020, nonostante le grandi difficoltà legate all'emergenza Covid, sta registrando un ulteriore segno positivo e la crescita del Q1 è già da record, fanno sapere da via Zanica. 

agu - 11982

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili

DistribuzioneConsorzio Parmigiano Reggiano: nasce il primo negozio online

Si potrà acquistare direttamente dai produttori

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano lancia uno spazio online (shop.parmigianoreggiano.com) dove è possibile acquistare il formaggio direttamente dalle mani di chi lo produce, in tutta sicurezza. L’obiettivo è quello di aumentare le vendite dirette (per raggiungere il 15% della produzione complessiva) e di offrire ai 335 caseifici del Consorzio un nuovo strumento di business, in linea con le nuove abitudini di acquisto che si sono consolidate nella Fase 3 post-Covid. continua