Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Sviluppo dell'acquacoltura in Albania

Si prevede anche l'incremento dell'export

L’Albania ha ormai determinato le aree prioritarie per lo sviluppo dell'acquacoltura e delle capacità produttive nell’ambito di uno studio finanziato e realizzato da esperti dell'Unione europea. Il ministro dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale Blendi Çuçi, durante una sua recente visita nella Baia di Valona dove svolgono attività  7 operatori economici specializzati nell’allevamento di orata e branzino,  ha affermato che la capacità dell'Albania per lo sviluppo dell'acquacoltura in mare è di 10 mila tonnellate di pesce. 

Le aree prioritarie sono Saranda e Valona. Considerando anche i laghi artificiali adibiti all'allevamento della trota, la produzione ittica dall'acquacoltura raggiunge anche le 15-20 mila tonnellate di pesce. Nel periodo gennaio-maggio 2020 sono state esportate verso il mercato UE 1.200 tonnellate di pesce, certificato secondo i migliori standard. 

Nella Baia di Valona la produzione dell’acquacoltura è di circa 3.200 tonnellate e il valore degli investimenti realizzati negli stabilimenti produttivi è di circa 25 milioni di euro. Lo riporta oggi Ice da Tirana su fonte ScanTv.

SaM - 12572

EFA News - European Food Agency
Simili