Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Brazzale, quando lo sponsor ti assume

La lunghista Laura Strati si prepara per Tokyo 2021 alle dipendenze dell'azienda

Meglio uno sponsor o un datore di lavoro? Brazzale, la più antica azienda italiana nella produzione di latte, burro e formaggi, ha deciso che le due cose si possono fare insieme avviando una nuova forma di sostegno ai giovani impegnati nell'agonismo. E lo fa insieme a Laura Strati, lunghista, 3 titoli italiani assoluti outdoor e 3 indoor, classe 1990, impegnata nella preparazione delle Olimpiadi 2021. L'azienda ha deciso, di supportare la preparazione di Strati per Tokyo 2021 offrendole allo stesso tempo un impiego nella propria divisione export, organizzato appositamente in part-time e modulato con orari adattati alle sue necessità sportive. Un accordo annuale che consentirà all'atleta di allenarsi ogni giorno e, al tempo stesso, sviluppare una professionalità mettendo a frutto i suoi studi, a cominciare dalla laurea in relazioni internazionali e dalla conoscenza delle lingue. Oltre che nella sua attività lavorativa commerciale, Strati sarà valorizzata come testimonial nella comunicazione del Gruppo.

La partnership, realizzata insieme ad Atletica Vicentina, squadra in cui milita Strati e di cui Brazzale è sponsor dal 2019, vedrà l'atleta in telelavoro da Roma, seguire lo sviluppo delle attività commerciali dell'azienda nel mercato spagnolo, insieme con i colleghi della divisione export Europa.

"Questa estate, quando ho capito che gli sponsor si stavano allontanando dopo la crisi Covid ed in seguito al rinvio delle Olimpiadi ho contattato Brazzale. L’azienda mi ha prospettato subito la possibilità di collaborare allo sviluppo commerciale in Spagna, anche grazie alla mia conoscenza diretta e profonda della lingua, del paese, di quel mercato e delle sue abitudini. Una proposta che da subito mi ha entusiasmata perché mi consente di sviluppare una professionalità partendo dalle mie competenze, dall’esperienza e dall’amore per le lingue e i viaggi", ha commentato Strati.

"L'iniziativa apre una breccia su una realtà, quella dello sport e delle associazioni sportive in Italia, che vive una situazione di asimmetria competitiva causata dalla presenza quasi monopolistica dei gruppi di Stato. E' interessante riflettere sul come queste squadre, se da un lato sono viste come supporto indispensabile per garantire agli atleti la possibilità di svolgere attività sportiva a tempo pieno, dall'altro intercettano i migliori atleti formati nei vivai delle società sportive, che dopo aver lottato con fatica, sacrifici e pochi Euro per scovare sostenere i giovani atleti durante la loro formazione, sono spesso costrette a rinunciare ai loro campioni nel momento in cui potrebbero attrarre risorse economiche attraverso la valorizzazione della loro immagine", recita una nota del Gruppo. 

hef - 14253

EFA News - European Food Agency
Simili