Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Le sfide di Fruitimprese: Brexit, packaging in plastica e strategia Farm2Fork

Rinnovato il consiglio direttivo: tutti i nomi

Si è svolta ieri a Roma l’annuale assemblea di Fruitimprese, aperta da una relazione del presidente Marco Salvi. In merito ai provvedimenti governativi che si sono susseguiti da marzo ad oggi, il presidente ha manifestato apprezzamento per alcune misure per le quali l'associazione si è fortemente impegnata, l’inclusione degli operatori ortofrutticoli tra quelli esclusi dal lockdown, ed il blocco delle richieste di certificazioni di prodotto Covid free. Tuttavia Salvi si è detto deluso per alcune mancate decisioni e soprattutto per l’assenza di aiuti economici per il settore. 

"I provvedimenti del governo non sono infatti riusciti a risolvere del tutto la crisi della manodopera specializzata nel periodo estivo, per la quale abbiamo proposto più volte il 'modello tedesco' della quarantena attiva. Per quanto riguarda gli aiuti, riteniamo incomprensibile l’esclusione del nostro settore da quelli beneficiari della decontribuzione previdenziale, cui si è aggiunta la sorpresa del credito di imposta per le spese destinate all’acquisto dei dispositivi di protezione, fissato ora al 28,3%". 

Dopo aver commentato i numeri del settore, il presidente ha ricordato che il futuro riserva tre grandi sfide all'intero comparto. “La prima è la Brexit. Le trattative che si dovrebbero concludere il 31 ottobre non stanno procedendo verso una soluzione positiva per entrambi i contraenti e già si palesano le ombre di grandi portatori di interesse come gli Stati Uniti intenzionati a stringere accordi commerciali con gli inglesi ed indebolire l’Unione Europea nel puro spirito 'divide et impera'. La seconda sfida è la tempesta del packaging di plastica che si manifesterà, salvo auspicabili proroghe, a partire dal 1° Gennaio 2021. La plastic tax porterà la tassazione ambientale su questo materiale oltre la soglia di 1 euro al kg. In questi giorni stiamo lavorando col Conai e con l’Agenzia delle Dogane per garantire a chi esporta il ristorno di quanto spettante, ma questi mutamenti dovranno indurci ad una radicale riorganizzazione del packaging. In questo senso sarà fondamentale un coordinamento di tutti gli attori coinvolti per individuare un materiale alternativo ed una tipologia di packaging concordato a livello nazionale ed internazionale". Salvi si è infine focalizzato sulla terza sfida in programma, la Farm to Fork Strategy con cui l’Unione Europea vuole rendere l’attuale sistema alimentare più sostenibile, equo e rispettoso della salute umana e dell’ambiente. 

Nel corso dell’assemblea si è proceduto al rinnovo del consiglio direttivo di Fruitimprese. I nuovi consiglieri eletti, che si sommano a quelli già in carica nella vecchia amministrazione e a quelli di diritto sono: Alessando Canalella, Lucio Duoccio, Pietro Fabbri, Matteo Falzi, Gabriele Ferri, Nicola Giuliano, Anna Rita Secondulfo, Paolo Torrengo

hef - 14262

EFA News - European Food Agency
Simili