Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Kellogg e Banco Alimentare: 800mila pasti a 150mila persone in difficoltà

"Colletta Alimentare 2020", si rinnova lo storico sodalizio

Kellogg Company, azienda impegnata nella produzione di cereali, biscotti, cracker e snack a livello mondiale, rinnova la pluriennale partnership con fondazione Banco Alimentare Onlus. Lo fa in occasione della "Colletta Alimentare", partita il 21 novembre e che durerà fino all’8 dicembre, quest’anno completamente rinnovata nel format per far fronte alle esigenze dettate dall’emergenza Covid-19 ma non nell’obiettivo, ovvero quello di recuperare prodotti alimentari da distribuire a strutture caritative che offrono pasti o pacchi alimentari a persone in difficoltà.

Con il contributo dell'azienda potranno essere distribuiti 800.000 pasti a 150.000 persone in difficoltà, di cui 60.000 bambini. Inoltre, la onlus potrà fronteggiare costi sempre più elevati di magazzino, trasporto e movimentazione del cibo dovuti ad un aumento della raccolta di eccedenze alimentari. Un supporto non scontato perché, se non adeguatamente sostenuta, la catena di distribuzione rischia di spezzarsi. Kellogg affiancherà alla donazione, una campagna di sensibilizzazione sui propri canali social in occasione della "Colletta Alimentare 2020, volta a rimarcare l’importanza di dare il proprio contributo ai più bisognosi.

I dati Caritas riportano che quest’anno, il numero di nuove persone che si sono rivolte ai centri di ascolto e ai servizi delle caritas diocesane è cresciuto del +114% rispetto al periodo precedente all’emergenza sanitaria. Di riflesso, le richieste di aiuto pervenute al Banco Alimentare sono aumentate del 40% quest’anno. Da gennaio a ottobre 2020 sono state donate ben 76.246 tonnellate di alimenti, aiutando più di 2 milioni di persone.

Giuseppe Riccardi, general manager di Kellogg Italia, commenta: "Alla luce della pandemia Covid-19, quest’anno abbiamo sentito la necessità di raddoppiare il nostro supporto a favore del Banco Alimentare e del prezioso e indispensabile lavoro che i volontari svolgono ogni giorno. Per questo, abbiamo donato nei primi 9 mesi dell’anno oltre 4 milioni di porzioni di prodotti alimentari, pari a 127 tonnellate di cibo, alla onlus con la quale abbiamo rinnovato la partnership anche per i mesi a venire e che supporteremo donando altri pasti e risorse economiche per sostenere il sistema di distribuzione su tutto il territorio nazionale".

hef - 15167

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili