Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Alimentare: sale l'export di prodotti dall'Argentina

Principali destinazioni Brasile, Stati Uniti, Russia, Cina, Paesi Bassi, Spagna, Cile e Italia

Nei primi 10 mesi del 2020 le esportazioni dall'Argentina nella categoria alimenti e bevande sono aumentate del 9,2% in volume rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le ciliegie sono in testa alla classifica, secondo i dati contenuti in un rapporto del ministero dell'Agricoltura, Allevamento e Pesca argentino, redatto dalla segreteria per l'alimentazione, la bioeconomia e lo sviluppo regionale .

Stando al documento, nel periodo sono state vendute 4.108.000 tonnellate di prodotto per un totale di US $ 5.316 milioni, che rappresenta anche una crescita dello 0,9% del valore delle spedizioni. I mercati di maggior rilievo del comparto per l'export della nazione sudamericana sono Brasile, Stati Uniti, Russia, Cina, Paesi Bassi, Spagna, Cile e Italia. Va sottolineato che la voce rappresenta il 25% del valore e l'11,5% del volume totale esportato di alimenti e bevande.

Le esportazioni di ciliegie, arachidi crude e concentrati di yerba mate hanno registrato i volumi e i valori più elevati degli ultimi 11 anni. Anche i volumi esportati di succo d'arancia e vino sono stati i più alti registrati negli ultimi 11 anni. Per i sottoprodotti e i residui delle arachidi, è stato esportato il volume più alto degli ultimi 10 anni. Le fragole hanno invece raggiunto il volume più alto degli ultimi nove anni; degli ultimi sette anni le cipolle, e degli ultimi due anni limoni e ceci.

NDub - 15682

EFA News - European Food Agency
Simili