Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporto Genova: quando far volare il pesto fa beneficienza

Grazie ad oltre 8000 barattoli della gustosa salsa nel bagaglio a mano, curati 4 bambini

Si chiamano Chaterine, Anastasia, Ledion e Mildred i primi quattro bambini che hanno ritrovato la speranza grazie al progetto “Il pesto è buono” ed all’intervento di "Flying Angels". L’iniziativa, che ha preso il via lo scorso primo giugno con il patrocinio di Ascom Confcommercio, consente ai passeggeri in partenza dall’aeroporto di Genova di imbarcare i barattoli di pesto anche nel bagaglio a mano in cambio di una donazione minima di 50 centesimi. Il progetto, reso possibile dalla collaborazione di Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile), ha da subito raccolto un enorme successo, con oltre 8000 barattoli di pesto imbarcati nei primi sei mesi. Il ricavato dell’iniziativa, dal 1° giugno al 30 novembre, è stato di 4516 Euro, tutti destinati alla Fondazione; questa nata a Genova è specializzata nel trasferimento aereo di bambine e bambini gravemente malati verso l’unico ospedale dove possano essere curati prima che sia troppo tardi.

Mentre l’iniziativa continuerà anche nei prossimi mesi, Aeroporto di Genova e la Fondazione hanno organizzato una giornata di raccolta fondi per venerdì 22 dicembre.

Inoltre le parti hanno anche recentemente sottoscritto un accordo di collaborazione per promuovere le attività dell’associazione attraverso i canali di comunicazione del "Cristoforo Colombo".

CTim - 1660

EFA News - European Food Agency
Simili