Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Brexit: GB vieta l’import di carni macinate

E i preparati di carni macinate, fresche e surgelate, dal 1° aprile prossimo

British Meat Industry: “Il Regno Unito sta seguendo esattamente la stessa legislazione che si applica per il Regno Unito al commercio nell'Ue”

Ne dava notizia Ice martedì, scrivendo sul suo sito: “Desideriamo condividere una flash news riguardante il divieto di esportazione in GB di carni macinate e preparazioni di carni macinate fresche e surgelate. Dal 1° aprile 2021, Prohibitions & Restrictions verranno applicate integralmente sui POAO (Products Of Animal Origin), come per qualsiasi altro Paese terzo”.

“From Stage 2, P&R on POAO will apply in full as it would to any other third country. This means that EU traders will not be able to export chilled minced meat (beef, lamb, pork, poultry), frozen minced meat (poultry), chilled meat preparations (all species) from 1 April 2021” Che tradotto significa: “Dalla fase 2, Prohibitions & Restrictions sui POAO si applicherà integralmente come per qualsiasi altro Paese terzo. Ciò significa che le imprese dell'Ue non potranno esportare carne macinata refrigerata (manzo, agnello, maiale, pollame), carne macinata congelata (pollame), preparazioni di carne refrigerata (tutte le specie) nel Regno Unito, dal 1° aprile 2021".

Vale a dire, spiega la Newsletter Marzo 2021 dell’Italian Trade Agency, che si conferma l'introduzione del divieto di esportare da Ue verso UK la tipologia di prodotti sopra descritti. Di seguito, il chiarimento fornito dalla British Meat Industry: “L’informazione è corretta. Il Regno Unito sta seguendo esattamente la stessa legislazione che si applica per il Regno Unito al commercio nell'Ue”. 

Tuttavia, si prega di notare, prosegue la Newsletter, che il divieto non si applica a carni rosse macinate e preparazioni a base di carni sottoposte a congelamento (temperatura interna non superiore a – 18 °C). Le definizioni di carne e preparazione di carne sono riferite a quelle incluse nell’Annex I del Regolamento CE 853/2004. 

I nostri più famosi prodotti a base di carne cotta e salumi (salumi, salame, salsiccia stagionata, prosciutto crudo e cotto, bresaola, speck, pancetta, coppa, mortadella, nduja ecc.) ovviamente non sono soggetti a tale divieto, e possono essere scambiati regolarmente. Poiché tutti i prodotti sopra elencati sono stagionati o stagionati e cotti, rientrano nei prodotti a base di carne e non nelle preparazioni. Le salsicce crude invece sono considerate preparati a base di carne”.

cm - 17603

EFA News - European Food Agency
Simili