Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Marr, ricavi 2020 pari a 1,07 mld

Il gruppo rilancia per il 2021 puntando a nuove acquisizioni

Marr, la società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato oggi il bilancio consolidato ed il progetto del bilancio d’esercizio 2020, che verrà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti il prossimo 28 aprile, confermando i numeri anticipati al mercato. L’esercizio si è chiuso con ricavi totali consolidati pari a 1.073,7 milioni di Euro (1.695,8 milioni nel 2019), con una flessione nel secondo semestre del 30,6% (rispetto al pari periodo 2019) in recupero rispetto al -43,6% fatto registrare alla fine dei primi sei mesi del 2020.

L’EBITDA si è attestato a 39,4 milioni di Euro, in rapporto ai 128,5 milioni del 2019, ed ha risentito della riduzione dei ricavi e della marginalità, influenzata anche dal diverso mix di vendita in termini di clientela. La flessione di marginalità in parte è stata mitigata dagli interventi sui costi fissi operativi. Tra le misure implementate, quelle che hanno interessato parte del personale hanno riguardato l’impiego dei vari strumenti giuslavoristici disponibili con conseguente contenimento del costo del lavoro. L’EBIT che è stato di 2,8 milioni di Euro (99,1 milioni nel 2019), risente anche di una prudenziale politica di accantonamento al fondo svalutazione crediti di 19,3 milioni di Euro. Il risultato netto d’esercizio è stato pari a -2,4 milioni di Euro (66,6 milioni nel 2019). 

Una nota della società spiega che nell'anno del Covid la società del gruppo Cremonini ha implementato una serie di orientamenti strategici per affrontare la pandemia, a partire dal rafforzamento della liquidità (a fine 2020 ha superato i 250 milioni liquidità, raddoppiando i livelli di inizio pandemia) e la corretta gestione dei costi operativi. Inoltre il gruppo punta al consolidamento della propria posizione di leadership, all'individuazione di nuove opportunità di business (take away, food delivery) e linee di prodotto (es. packaging, igienizzanti, disinfettanti, food ready to eat); e a un'ulteriore rafforzamento della posizione competitiva di MARR conseguente al prevedibile consolidamento del mercato appena superata l’emergenza pandemica. Esempio ne è stata la recente acquisizione delle attività del Gruppo Verrini (vedi articolo di EFA News del 5/3/2021).

red - 17664

EFA News - European Food Agency
Simili