Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Manipolazione dei prezzi: stangata sulle noccioline americane Adm

Il gruppo ha pagato $ 45 mln per chiudere causa intentata da 12mila agricoltori

ADM (Archer Daniels Midland Co., uno dei maggiori produttori di noccioline americane, ingredienti e mangimi, con un fatturato di 3,45 miliardi di dollari nel 2020) ha accettato di pagare $ 45 milioni per sanare le accuse di manipolazione dei prezzi rivolte in una causa contro la sua divisione Golden Peanut. Con l'accordo, la società mira a risolvere una causa civile intentata da circa 12.000 coltivatori di arachidi statunitensi, che hanno accusato i principali trasformatori di aver realizzato un cartello per mantenere bassi i prezzi pagati ai coltivatori. Secondo la causa, i due maggiori trasformatori di arachidi degli Stati Uniti - Birdsong Peanuts e la divisione Golden Peanut di ADM - gestiscono insieme l'80-90% del mercato delle arachidi del paese, e il resto da Olam International. 

Secondo le accuse ADM, così come Birdsong e Olam, hanno congiuntamente sovrastimato i totali delle scorte di arachidi per far sembrare il mercato in eccesso, consentendo loro di quotare prezzi bassi. Una portavoce di ADM, citata dal Wall Street Journal, ha affermato che la società nega qualsiasi illecito in materia e ha risolto la causa per evitare di spendere più tempo e denaro. 

"ADM ha instaurato solide relazioni con gli agricoltori sin dalla fondazione dell'azienda nel 1902 e continuiamo a fare degli agricoltori il centro della nostra attività", ha affermato. In accordi di risoluzione separati raggiunti alla fine dell'anno scorso, Birdsong e Olam hanno accettato a loro volta di pagare un totale di $ 58 milioni.

red - 17969

EFA News - European Food Agency
Simili