Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ferrarini: la battaglia per il controllo arriva in Parlamento

Polemica a distanza tra ad Amco e deputato Anzaldi (IV)

"La versione fornita da Asset management company circa il sostegno alla 'Proposta Pini', riguardante il concordato preventivo Ferrarini, rispetto a quella messa in campo dalla concorrente 'Bonterre' "risulterebbe non conforme al vero". Il deputato Iv Michele Anzaldi contesta i chiarimenti sull'operazione forniti dall'ad Amco, Marina Natale, lo scorso 3 febbraio davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema bancario. In una lettera inviata alla presidente della Commissione stessa, Carla Ruocco (M5S), chiede, in particolare, "di valutare se non sia opportuno richiedere ulteriori risposte precise e circoscritte da parte della dottoressa Marina Natale alla Commissione, e di chiedere anche la preventiva trasmissione da parte di Amco di tutti gli atti e i documenti a sua disposizione inerenti la vicenda Ferrarini, oltre a segnalare all'Autorità Giudiziaria i fatti riferiti nell'audizione".

Nella missiva relativa alla crisi dell'azienda emiliana del prosciutto, Anzaldi segnala, tra l'altro, che all'epoca della decisione Amco, risalente al maggio 2020, non erano ancora note le condizioni offerte dal concorrente ("presentata solo in data 10 agosto 2020"). Vengono inoltre contestate, sempre secondo quanto ricostruito dal deputato, le condizioni di pagamento garantite dall'offerta 'vincente' ("la 'Proposta Pini' - scrive Anzaldi - non contempla in verita' il pagamento 'per cassa'").

La replica di Amco non si è fatta attendere. In merito all'operazione Ferrarini, Amco precisa che 'la proposta Ferrarini-Pini, in cui Amco riveste il ruolo di finanziatore supporting, è stata depositata il 31.8.2020, successivamente quindi al 10.8.2020, giorno in cui la cordata Bonterre aveva presentato la propria proposta, consentendo ad Amco di valutarne i contenuti economici". La replica aggiunge che "in data 3.02.2021, durante un'audizione parlamentare, l'ad di Amco, Marina Natale, riferiva sull'operazione Ferrarini, argomentando sul razionale economico dell'offerta depositata il 31.8.2020".

Secondo Amco, la valutazione condotta il 25 maggio 2020 aveva per oggetto i termini essenziali dell'offerta Ferrarini-Pini rispetto alla prima offerta Ferrarini.

red - 18155

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili