Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ue: registrata la denominazione Pesca di Delia Igp

Qualivita: salgono così a 314 le IG del cibo italiano

Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 171 del 17/05/2021 è stata registrata la denominazione Pesca di Delia IGP che, nel comparto cibo, è la numero 138 delle IGP italiane e la numero 314 nel totale delle Indicazioni Geografiche agroalimentari dell’Italia. L’Italia raggiunge così quota 314 IG Cibo – di cui 173 DOP, 138 IGP e 3 STG – ai quali si aggiungono 526 prodotti vitivinicoli, per un totale di 840 denominazioni DOP IGP STG, a cui si aggiungono le 34 IG delle Bevande Spiritose per un totale di 874 Indicazioni Geografiche. La pesca di Delia IGP appartiene alla Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati che si conferma la più numerosa per numero di DOP IGP con 118 denominazioni.

L’Indicazione Geografica Protetta Pesca di Delia è riservata sia alle pesche a polpa gialla o bianca sia alle nettarine a polpa gialla. Le varietà ammesse sono suddivise per tipologia e per epoca di maturazione.

Per la tipologia pesche a polpa gialla o bianca il periodo di maturazione va dal 25 maggio al 15 luglio per le varietà precoci, dal 16 luglio al 20 agosto per le varietà di media epoca e dal 21 agosto al 10 ottobre per le varietà tardive. Per le varietà Nettarine a polpa gialla il periodo va dal 10 giugno al 15 luglio per le varietà precoci, dal 16 luglio al 20 agosto per le varietà di media epoca e dal 21 agosto al 10 ottobre per le varietà tardive. Le peculiari caratteristiche gustative sono il tenore zuccherino e la durezza della polpa dovute dalle maggiori quantità di sostanze nutritive che la pianta riesce a destinare al frutto, rispetto ad altri frutti della stessa tipologia ottenuti nelle altre zone di coltivazione.

La zona di produzione ricade nei comuni di Serradifalco, Caltanissetta, Delia, Sommatino, Riesi, Mazzarino e Butera, in provincia di Caltanissetta, e dei comuni di Canicattì, Castrofilippo, Naro, Ravanusa e Campobello di Licata, in provincia di Agrigento, nella regione Sicilia. E' commercializzata confezionata; nelle confezioni sarà utilizzata la bollinatura riportante il logo, con una percentuale di frutti bollinati non inferiore al 20 % di quelli contenuti in una confezione.

NDub - 18934

EFA News - European Food Agency
Simili