Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Plasmon, prodotti sempre più Made in Italy per l'infanzia

Accordo con Mipaaf per valorizzare le filiere di qualità completamente tracciate

Plasmon entra in Filiera Italia all'accordo col ministero aderiscono Coldiretti, Inalca, Orogel, Spigadoro e Mila.

Baby food sempre più 100% italiano grazie al Protocollo d’intesa per la valorizzazione della filiera Made in Italy e la sicurezza degli alimenti destinati ai più piccoli, siglato fra Mipaaf e Plasmon, storico marchio dell’alimentazione per l’infanzia. L’accordo rappresenta un impegno concreto a sostegno della filiera, all’insegna della completa tracciabilità, garantita dal bollino con marchio di riconoscibilità a tutela degli alimenti per l’infanzia Made in Italy, nato nel 2020. 

In base all’accordo con il ministero Plasmon si è impegnata a investimenti per l’acquisto fino a 25.000 tonnellate di materia prima italiana entro cinque anni e nel 2020 ha incrementato di ulteriori 4.100 tonnellate gli approvvigionamenti sulla Filiera italiana nei comparti carne, frutta, verdure, cereali, latte, pesce e olio, portando così gli acquisti di materia prima nazionale da 16.000 a 20.100 tonnellate. Un risultato importante, se si considera che il 2020 è stato l’anno peggiore dal Dopoguerra per la natalità con soltanto 404 mila nuovi nati.

I risultati raggiunti – sottolinea il Sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, sen. Gian Marco Centinaio - confermano la validità del percorso avviato insieme nel 2019. L’Italia è riconosciuta come un punto di riferimento mondiale per il baby food grazie alla qualità dei suoi prodotti, agli elevati standard normativi in materia di sicurezza e di sostenibilità, oltre che all’eccellenza scientifica. Ora più che mai è fondamentale educare le giovani generazioni a una corretta alimentazione e alla nostra Dieta Mediterranea, patrimonio Unesco. Grazie a quest’intesa promuoviamo il mangiare sano, che si traduce nel mangiare italiano, già nei primi mille giorni di vita, che sono fondamentali per la salute dei bambini, che saranno gli adulti di domani”.

“Per Plasmon – spiega Andrea Budelli, Presidente Continental Europe di The Kraft Heinz Company – Plasmon - questa collaborazione rappresenta una tappa importante di un percorso intrapreso da tempo al fianco delle istituzioni e rafforza il nostro impegno in materia di qualità e sicurezza alimentare iniziato più di 30 anni fa con Oasi nella crescita.

Nel 2021 il protocollo d’intesa, con l’ingresso di Plasmon in Filiera Italia, si arricchisce della collaborazione di Coldiretti e della sinergia di nuovi player, con l’obiettivo di attivare “La Filiera agroalimentare per gli alimenti per infanzia”. Quest’anno aderiscono al progetto Inalca, Orogel, Spiga d’Oro e Mila. 

“Promuovere la sana alimentazione dei bambini – afferma Luigi Scordamaglia, Consigliere delegato di Filiera Italia e ad Inalca – è un investimento sul nostro futuro e siamo orgogliosi che questo progetto parta da un’azienda socia di Filiera Italia. Il nostro impegno per filiere sempre più sostenibili e distintive parte dal campo fino tavola, seguendo rigidissimi disciplinari e controlli a tutela dei più piccoli. Il 100% italiano garantisce alle famiglie l’origine dei prodotti agricoli e di allevamento, la salubrità e la sicurezza. Fra Plasmon e Inalca - prosegue Scordamaglia, ad Inalca - c’è una solida partnership e un impegno comune che si estende anche alla sostenibilità, come ad esempio nello sviluppo di imballaggi sempre più leggeri e riciclabili. Con l'obiettivo condiviso di valorizzare sempre più il lavoro degli allevatori italiani e tutelare i consumatori e l'ambiente”.

red - 19472

EFA News - European Food Agency
Simili