Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

L'Italia si schiera a difesa dell'Aceto balsamico

Il Sottosegretario Centinaio e l'on. Fiorini hanno incontrato i vertici dei consorzi a Modena

L‘aceto balsamico di Modena è un patrimonio identitario da tutelare. E una questione strategica nazionale per la difesa del Made in Italy. Lo hanno ribadito di passaggio a Modena il 16 giugno la deputata Benedetta Fiorini, segretaria della Commissione attività produttive, commercio e turismo, e il Sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali Gianmarco Centinaio. I due esponenti politici si sono confrontati con i presidenti del Consorzio di tutela dell’aceto balsamico di Modena IGP, Mariangela Grosoli, e del Consorzio di tutela dell’aceto balsamico tradizionale di Modena dop, Enrico Corsini, che hanno loro ricordato il valore economico che questo comparto riveste: 1 miliardo di euro nel 2020, di cui 300 milioni solo per gli export negli USA. La questione più urgente sul tappeto è la richiesta della Slovenia di approvare un aceto balsamico IG, sulla quale deve pronunciarsi a breve la Commissione europea.

Ai microfoni di EFA News, il Sottosegretario Centinaio e i presidenti dei consorzi spiegano le ragioni che stanno spingendo l'Italia bloccare questo pericoloso precedente europeo.

Guarda il video:



iab - 19732

EFA News - European Food Agency
Simili