Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Green Pass e ristorazione

Filiera Italia: “Basta accanimento sui ristoranti, prenotazioni e presenze -30%"

“Siamo tutti consapevoli dell'importanza della vaccinazione come unico mezzo per la continuità della vita quotidiana e dell'attività economica. Adesso però basta con questo accanimento sui ristoranti”, così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, interviene nel dibattito sul green pass. “Un settore, quello della ristorazione dove l’obbligo della certificazione verde è stata introdotta senza nessuna gradualità, un’assenza di pianificazione che non è stata riservata alle altre sfere della nostra vita, dai viaggi agli uffici pubblici a cui è stato dato invece il tempo necessario di adattarsi”. “Tra indicazioni e smentite stiamo assistendo a crolli del 30% delle prenotazioni e delle presenze”, sottolinea. 

 E prosegue il consigliere “Ci sono circa 3 milioni di minorenni (molti in vacanza con i genitori) non ancora vaccinati non per responsabilità loro, ma di una macchina organizzativa che li ha messi, anche giustamente dal punto di vista dell’urgenza, in secondo piano, ed ora si vorrebbe sanzionare con multe da mille Euro ogni famiglia che si trova nella situazione di portare il figlio non vaccinato a cena in vacanza, e magari chiedere la chiusura locale? Questo mentre magari si tollerano assembramenti di persone che bevono in piedi in un pub”.

 Un pasticcio anche interpretativo come dimostra la circolare del Viminale di ieri, che continua a prevedere controlli di identità a carico dell’esercente per “manifesta incongruenza” e prevedere anche sanzioni “per manifesta responsabilità”. “Siamo abituati ad un Governo che finora ha dato risposte razionali", concludono da Filiera Italia, "si chiuda quindi in tutta fretta questo pasticcio ai danni di una categoria che lo scorso anno ha perso 30 miliardi di Euro e 144 mila posti di lavoro ed ora stava riprendendo vigore, con beneficio di tutta la filiera agroalimentare a monte, e si indirizzino meglio i controlli delle forze dell’ordine”.

hef - 20478

EFA News - European Food Agency
Simili