Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Cina: Dag Communication apre filiale a Shangai

Focus sulle aziende italiane del settore vinicolo e alimentare

La Cina è stato l’unico paese che nel 2020 ha mantenuto una crescita economica nonostante la pandemia, con un valore pari al +2,3% e con un incremento del 18,3% nel primo trimestre 2021. In questo contesto Dag Communication, agenzia di comunicazione multisettoriale con una profonda esperienza nel comparto food & beverage, annuncia l’apertura della propria controllata Dag China, con sede a Shanghai. Un team dedicato si occuperà della comunicazione corporate e di prodotto per le aziende del settore vinicolo e alimentari italiane che già operano in Cina o che puntano a entrare in questo grande mercato.

Dag Communication negli ultimi anni ha già assistito oltre 15 società italiane ed europee nella realizzazione di progetti di comunicazione in Cina.

“Siamo molto orgogliosi di festeggiare quest’importante traguardo. L’apertura di una controllata cinese consolida la nostra vocazione internazionale e volontà di rappresentare le eccellenze del Made in Italy nel mondo”, ha commentato Elena Guzzella, fondatrice e Amministratore Delegato di Dag Communication. “Comunicare per una società italiana in un mercato di difficile penetrazione come la Cina non è semplice, ma una corretta strategia e un’agenzia di comunicazione con i ‘piedi nei due continenti’ possono aprire le porte a enormi potenzialità. Occorre creatività, ma anche molte competenze e la possibilità di usufruire di un team multiculturale in grado di coniugare le esigenze di un’azienda occidentale con un pubblico dalla mentalità spesso molto differente”.

"Il potenziale - spiega una nota - è enorme: ad esempio, in occasione del Single Day Festival di novembre scorso, le imprese italiane hanno totalizzato in un solo giorno vendite per 400 milioni di euro sulle piattaforme online di Alibaba. Inoltre, secondo le stime di eMarketer, la Cina dovrebbe diventare nel 2021 il primo paese al mondo in cui l'e-commerce supererà il 50% del totale di vendite al dettaglio".

La comunicazione in Cina passa di fatto tutta da WeChat e l’83% della popolazione lo utilizza quotidianamente: a livello business invece di utilizzare le e-mail. Ma aprire un account su WeChat o sugli altri social cinesi (Weibo, Redbook, Douyin/TikTok) per un’azienda italiana non residente in Cina può essere tutt’altro che facile e men che meno economico: “Per questo abbiamo deciso di sviluppare questa nuova divisione dell’agenzia”, ha aggiunto Rita Huang, Managing Director di Dag China. “Il nostro obiettivo è rendere semplici e accessibili questi canali che in Cina sono strategici. Il lavoro di questi anni al fianco di aziende del settore del design, della moda, del food&beverage, del turismo e della meccanica e gli ottimi risultati ottenuti ci hanno confermato che è un servizio essenziale e a grande valore aggiunto per il Made in Italy”.

red - 21170

EFA News - European Food Agency
Simili