Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Fiere zootecniche/2. Il ritorno delle delegazioni estere a Cremona

De Bellis: "Un lavoro che dura tutto l'anno, con relazioni che si concretizzano col matchmaking in fiera"

Sono state ben 14 le delegazioni da altrettanti Paesi che hanno partecipato alle Fiere Zootecniche Internazionali che si sono svolte in presenza a Cremona dal 26 al 28 novembre, alla ricerca di nuovo business da sviluppare con le imprese italiane. “I tre giorni di fiera sono la punta dell’iceberg", spiega Massimo De Bellis, direttore della Fiera di Cremona. "Le attività che portiamo avanti per creare nuove opportunità sui mercati più promettenti per le aziende italiane dura tutto l’anno ed è frutto di relazioni iniziate anni fa, e si concretizzano in fiera con i matchmaking che organizziamo tra i nostri espositori e gli operatori internazionali”.

“La collaborazione con CremonaFiere è importante perché offre molte opportunità per il nostro Paese", ha detto Humera Iqbal, Ricercatrice e Project Manager di Aciar Aik Sath Livestock Projects in Pakistan. "Il Pakistan è un Paese agricolo con un grande potenziale. Qui possiamo vedere e scoprire le innovazioni tecnologiche. Essere qui è un’opportunità preziosissima per noi, per vedere gli sviluppi del mercato agro-zootecnico italiano e trasferire conoscenza e saper fare”.

“In questa fiera abbiamo avuto molti contatti con rappresentanti istituzionali e di settore e con business partners", ha aggiunto Nushat Qaiser, Direttrice Esclusiva e Titolare di Usama Dairies, Pakistan. "Condividerò con gli stakeholder di settore la mia esperienza qui e ciò che ho potuto vedere e apprendere e porterò avanti i contatti instaurati affinché questa collaborazione possa rafforzarsi ulteriormente. Il modello agro-zootecnico italiano offre molte opportunità di crescita per gli allevatori pakistani. Ci sono molte similitudini tra Italia e Pakistan proprio per l’importanza che il settore zootecnico e la produzione del latte ricoprono nel sistema economico, tuttavia il Pakistan ha bisogno di tecnologia e innovazione per ottimizzare la produzione e l’immissione sul mercato, quell’innovazione tecnologica che possiamo vedere e conoscere qui in fiera. Spero quindi che la collaborazione tra i nostri Paesi possa proseguire e che le donne attive in agricoltura e zootecnia possano essere coinvolte e cogliere le opportunità di sviluppo per il nostro paese".

red - 22268

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili