Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Kellogg’s studia l'eliminazione della plastica nelle scatole dei cereali

Il progetto pilota sui Corn Flakes partirà a gennaio 2022 nel Regno Unito

La scatola esterna dei cereali Kellogg’s è già riciclabile e prodotta con cartone riciclato. L’azienda ha annunciato un test per rendere riciclabile anche il sacchetto di plastica all’interno della confezione. Il progetto pilota coinvolge i Corn Flakes, e partirà a gennaio 2022 nel Regno Unito in partnership con Tesco, catena di negozi di generi alimentari britannica. Si tratta di un importante passo avanti da parte dell’azienda verso uno degli obiettivi di sostenibilità dichiarati anche nel Wellbeing, manifesto lanciato lo scorso maggio: rendere il 100% del proprio packaging riusabile, riciclabile o compostabile entro il 2025.

In alcuni paesi Europei l’attuale sacchetto di plastica che contiene i cereali non è ancora accettato tra i rifiuti domestici riciclabili. Pertanto, gli esperti di packaging hanno lavorato per creare un’alternativa a base di materiale riciclabile che fosse abbastanza resistente da garantire un adeguato processo di riempimento, sigillatura e trasporto dei milioni di scatole di cereali distribuite, garantendo il mantenimento della qualità e della freschezza del prodotto per tutti i 12 mesi di shelf life garantita.

I risultati dell’esperimento saranno fondamentali affinché Kellogg decida sul suo packaging nel prossimo futuro. “La sostenibilità ambientale è una priorità non solo per noi ma anche per i consumatori Italiani: secondo un sondaggio condotto da Ipsos per il Conai, gli Italiani sono attenti alla sostenibilità, compostabilità e riciclabilità dei pack, e le caratteristiche ambientali del packaging ne condizionano le scelte di acquisto (73% dei risondenti)", ha commentato Giuseppe Riccardi, general manager dell'azienda per l'Italia".

hef - 22352

EFA News - European Food Agency
Simili