Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

E-commerce di alcolici: +66% entro il 2025

Ad oggi è la Cina il primo mercato a livello mondiale

L'e-commerce globale di bevande alcoliche crescerà del 66% fino a 42 miliardi di dollari nel periodo 2020-2025. Lo prevede l'ultima ricerca di Iwsr sui mercati chiave internazionali. In testa alla classifica degli acquirenti online, segnala il sito vino-joy.com, è la Cina, ma si prevede che gli Stati Uniti saranno al vertice dell'e-commerce di alcolici entro il 2025. Secondo la ricerca, il valore dell'e-commerce di alcolici è aumentato di circa il 12% nel 2019, ed è ulteriormente salito di circa il 43% nel 2020, nel pieno della pandemia. 

Le vendite totali online di alcolici nei mercati chiave del mondo dovrebbero crescere del 66% e raggiungere più di 42 miliardi di dollari entro il 2025. Per allora, il settore dell'e-commerce globale dovrebbe anche rappresentare circa il 6% di tutti i volumi di alcolici per bevande fuori commercio, rispetto a meno del 2% nel 2018. Una ricerca sui consumatori condotta da Iwsr ha rivelato che circa un quarto dei consumatori di alcolici in tutto il mondo ha fatto acquisti online. La Cina ha la più alta percentuale di compratori online tra tutti gli acquirenti di alcolici, quasi il 60%, e gli Stati Uniti hanno la più alta percentuale di acquirenti online che hanno fatto il loro primo acquisto durante la pandemia (54%). La Cina attualmente rappresenta un terzo del valore totale dell'e-commerce.

Basandosi sulla crescita media annua degli Usa di circa il 20%, la ricerca ha previsto che l'America diventerà il primo mercato per questo tipo di acquisti. I 16 mercati di riferimento esaminati dalla ricerca includono Australia, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Nigeria, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

hef - 22751

EFA News - European Food Agency
Simili