Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Dolciario: cresce il rapporto tra Ferrero e la Toscana

"Ampliato il contratto per lo sviluppo della filiera della nocciola" su tutto il territorio regionale

Prosegue e si estende il rapporto tra Ferrero e la Toscana, grazie alla cooperativa Coagria, che ha sede a Cesa in Valdichiana (Arezzo) e alla mediazione di Confagricoltura Toscana. È stato infatti ampliato il contratto con l'azienda per lo sviluppo della filiera della nocciola su tutto il territorio regionale. “Un paio di anni fa –ha affermato il presidente onorario di Confagricoltura Arezzo e presidente di Coagria Angiolino Mancini –, abbiamo sottoscritto un contratto di filiera con la Ferrero che prevede condizioni particolarmente vantaggiose per i produttori. L'accordo iniziale riguardava una superficie di 600 ettari; adesso si estende per ulteriori 600 ettari: questo significa che Ferrero ha intenzione di allargare il progetto a tutta la Toscana”. La cooperativa, che appunto aderisce a Confagricoltura Toscana e riunisce circa 200 imprese agricole, “ha l'obiettivo di estendere il raggio d'azione, appoggiandosi alle associazioni di Confagricoltura Toscana. Partiamo da Arezzo per arrivare a tutta la regione. Siamo contenti – ha concluso Mancini -. Ferrero è un partner di rilevanza mondiale, è la miglior garanzia si possa avere per il territorio”.

Soddisfazione anche da parte del presidente di Confagricoltura Toscana, Marco Neri: “L'estensione dell'accordo è motivo di orgoglio -commenta-. In questo modo i nostri imprenditori potranno programmare gli investimenti, far crescere le proprie aziende. Ferrero e la Toscana da oggi sono ancora più uniti ed è davvero bello che questo possa rappresentare opportunità per tutte le aziende del settore”.

CTim - 22954

EFA News - European Food Agency
Simili