Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nutriscore, la follia del bollino nero su vino e alcolici

Filiera Italia: "la Commissione fermi un sistema definitivamente inadeguato”

"Al peggio non c'è mai fine, una sistema che sempre più fa solo il gioco delle multinazionali del cibo in provetta", così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, sulla proposta lanciata dall’ideatore del Nutriscore, Serge Hercberg (professore di nutrizione alla facoltà di medicina dell'università Sorbona di Parigi nord) di bollare con una F nera i prodotti contenenti anche minime quantità di alcol, che colpirebbe i nostri vini e le nostre birre. La proposta, infatti è di aggiungere una serie di colori e lettere, per tutte le bevande che contengono alcol indipendentemente dalla gradazione, al fine di evidenziarne la pericolosità per la salute. 

"Ancora una stoccata contro le eccellenze del made in Italy", prosegue il consigliere, "la corretta alimentazione va insegnata, è questione di educazione, non basta un sistema di etichettatura ingannevole per aiutare chi ancora (soprattutto in nord Europa) non distingue fra uso e abuso, fra prodotti di qualità e cibi fatti in laboratorio". "L’auspicio", conclude Scordamaglia", è che ora a fronte di questa ulteriore proposta di peggioramento del sistema Nutriscore, la Commissione smetta di difenderlo, escludendolo definitivamente dalla proposta di armonizzazione europea”. 

hef - 23308

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili