Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Interrogazione Ue sulla riduzione dei fondi per vino e carni

Bizzotto: "No alla penalizzazione nella revisione della Politica di promozione dei prodotti agricoli e alimentari"

Interrogazione alla Commissione dell'on. Mara Bizzotto (LEGA), 4/2/2022

Oggetto: Tutelare il Made in Italy: NO alla penalizzazione di vino e carne nella revisione della Politica di promozione dei prodotti agricoli e alimentari dell’UE

Il 31 gennaio 2022 Coldiretti e Filiera Italia hanno lanciato l’allarme riguardo alla prossima revisione della Politica di promozione dei prodotti agricoli e alimentari dell’UE, dal momento che nel Programma di Lavoro per il 2022 la Commissione UE “sembra orientata a penalizzare sia il settore zootecnico che quello del vino e delle bevande spiritose, in un’ottica di ‘ricerca’ della sostenibilità legata alla stigmatizzazione a priori di tali prodotti”.

Questa impostazione della Commissione danneggerebbe pesantemente le eccellenze del settore vitivinicolo, brassicolo e della filiera zootecnica “Made in Italy”, escludendo migliaia di aziende italiane dai fondi europei per la promozione delle loro produzioni.

Penalizzare il modello agroalimentare italiano con messaggi fuorvianti sulla sostenibilità di carne e vino, significherebbe promuovere una dieta sbilanciata ed avvantaggiare le importazioni di prodotti concorrenti da Paesi extraeuropei, che non rispettano gli stessi standard dell’UE in termini di sostenibilità e di benessere degli animali.

Considerando che vini, carni e prodotti a base di carne italiani sono parte fondamentale della Dieta mediterranea che è patrimonio dell’UNESCO e che questi settori danno lavoro a milioni di persone,

la Commissione intende:

- accogliere le motivate osservazioni di Coldiretti e Filiera Italia nella redazione della prossima proposta legislativa sulla revisione della Politica di promozione dei prodotti agricoli e alimentari dell’UE, togliendo queste assurde discriminazioni nei confronti di intere filiere e prodotti Made in Italy?

red - 23348

EFA News - European Food Agency
Simili