Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Crai, sostenibilità e italianità nelle private label

Il gruppo ha presentato novità e progetti a MarcabyBolognaFiere

Gruppo CRAI, realtà di spicco nel settore della Distribuzione moderna, marchio storico presente con i suoi supermercati, superette, negozi alimentari e negozi drug in tutta Italia, ha presentato le strategie per la Marca del Distributore partecipando a MarcabyBolognaFiere, la manifestazione dedicata alla marca del distributore conclusa oggi a Bologna.

CRAI guarda alla sostenibilità e al rafforzamento del settore premium come driver principali per raggiungere gli obiettivi di sviluppo fissati per il 2022. 

Nella sfera ambientale, l’impegno di CRAI si è già da tempo tradotto nell’adozione di una serie di comportamenti virtuosi tra cui il ricorso a packaging più sostenibile per il prodotto a marchio. Nel corso dell’ultimo anno e mezzo, l’Azienda ha messo il proprio know-how a disposizione della creazione di una filiera virtuosa per favorire il dialogo tra fornitori e produttori finalizzato a un’offerta sostenibile a 360°.

Per il 2022 i piani di CRAI prevedono un’implementazione di questo sforzo che porterà a un maggiore utilizzo di imballaggi ecologici e a un significativo ampliamento della linea Eco – dedicata alla cura della casa e della persona – che si distinguerà anche per la sostenibilità del prodotto.

Non solo: proprio nell’ottica di favorire una maggiore sensibilità sui temi ambientali, la linea mainstream sarà oggetto di un restyling grafico che proporrà in una veste nuova le informazioni relative al packaging. 

Parallelamente anche il segmento premium sarà oggetto di una forte rivisitazione. Nel corso del 2021 CRAI ha registrato una forte polarizzazione della crescita verso il segmento, che ha investito in particolare i prodotti Piaceri Italiani.

La linea, che raduna eccellenze alimentari accuratamente selezionate tra quelle del nostro Paese per tramandare il gusto dell’Italia di una volta, è stata oggetto di sviluppo di assortimento e di un recente restyling grafico. I piani di quest’anno prevedono un’implementazione in termini di presenza nei punti vendita e un sostegno molto forte in ambito comunicazione.

“Con le linee di sviluppo della nostra strategia vogliamo rafforzare quanto realizzato negli ultimi anni perché crediamo che la strada intrapresa sia quella corretta” – afferma Pietro Poltronieri, Responsabile Prodotti a Marchio di CRAI. “I consumatori hanno premiato la qualità del nostro lavoro e CRAI sente la responsabilità di ricambiare la loro fiducia, per questo la nostra visione vuole garantire il massimo rigore fin dalla filiera”. Prosegue Poltronieri “chi sceglie il marchio CRAI deve potersi riconoscere in una scelta di valore che significa attenzione alla sostenibilità e al territorio: questo è l’impegno su cui ci concentreremo nel 2022”.

red - 24327

EFA News - European Food Agency
Simili