Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Heineken fa shopping in Olanda: acquisita partecipazione in Stëlz

Il birrificio consolida l'interesse per gli hard seltzer, settore in rapida crescita

Heineken ha comprato una quota di minoranza nel marchio olandese di bevande pronte Stëlz. Non sono stati rivelati i dettagli dell'operazione annunciata oggi e con cui il produttore di birra fa un "ingresso ancora più deciso" nel mercato in rapida crescita degli hard seltzers, le "birre non birre" aromatizzate. Le parti hanno dichiarato che Stëlz continuerà a operare in modo indipendente.

Il marchio Stëlz, con sede ad Anmsterdam, è stato fondato nel 2020 da due giovani imprenditori Milan Voet (29 anni) e Glenn Cornelisse (31 anni). La gamma di punta del marchio consiste in hard seltzer da 4,5% abv, ma l'azienda produce anche cocktail in lattina della stessa gradazione. La più recente aggiunta al portafoglio di Stëlz è stata un tè freddo aromatizzato al limone. Il brand è conosciuto soprattutto per le lattine ormai diventate popolari tra i giovani: il merito del successo va anche al fatto che la bevanda, a basso contenuto di zuccheri e calorie, si adatta bene alla tendenza salutista di questo gruppo target. Dopo l'annuncio dell'operazione, Stëlz ha dichiarato che rimarrà “indipendente”, ma ha aggiunto che Heineken fornirà risorse per aiutare l'azienda a espandersi nella categoria “oltre la birra”.

“Con l'avvento degli hard seltzer si assiste a un cambiamento nella cultura del bere sociale -sottolinea Voet uno dei due fondatori di Stëlz-. Per sbloccare questo potenziale, abbiamo bisogno di esperienza e forza e il nostro grande vicino ovviamente ne ha. Conoscono il mercato delle bevande come nessun altro e possono aiutarci con le loro conoscenze e competenze nei settori della vendita al dettaglio, dell'ospitalità e dei festival”.

Secondo i dati diffusi dall'azienda olandese, il consumo di hard-seltzer nei Paesi Bassi è in crescita e le previsioni attestano che queste bevande rappresenteranno il 18% delle vendite della fascia Rtd, Ready to drink entro il 2028, rispetto al 13% dell'anno scorso.

“È ammirevole come Stëlz si sia assicurata in breve tempo una posizione unica con il suo hard seltzer -spiega Maarten Schuurman, direttore generale di Heineken nei Paesi Bassi-. Da un lato si tratta del prodotto, ma soprattutto del modo in cui Stëlz lo commercializza nel suo modo caratteristico: diretto e diretto, con un senso acuto dello spirito attuale e dei momenti in cui si gusta un hard seltzer”.

L'anno scorso Heineken ha acquisito una partecipazione di minoranza in Served, il marchio britannico di bevande pronte per l'uso co-fondato dalla pop star Ellie Goulding (vedi articolo EFA News). Anche Served vende una gamma di hard seltzer destinati ai consumatori che cercano “uno stile di vita moderno, attento alla salute e sociale”.

fc - 40936

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili

BeverageDall'Annual Report di AssoBirra, il 2023 della birra in Italia

Aumento costi, accise e inflazione generano volumi in contrazione di oltre il 5%

La produzione di birra in Italia conferma una tendenza comunque in crescita rispetto ai dati pre-pandemici, ma il comparto necessita di un sostegno concreto per tornare a crescere. Per rafforzare la competitività del settore, AssoBirra continua a dialogare con le istituzioni per ridurre il carico fiscale eccessivo sulla categoria e incentivare gli investimenti continua