Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Foodtech, al via Agrofood Bic

Polo di innovazione per start up agroalimentari innovative a Bologna

Partono le prime selezioni di start-up innovative nei settori food&beverage ed agro-industriale da parte di Agrofood BIC (Business Innovation Center), un polo di innovazione aperta multi-azienda che lavorerà su scala nazionale e internazionale per cogliere e valorizzare preziose opportunità di business, nato su iniziativa di Granarolo, Gellify, Camst, Conserve Italia, Cuniola (l'azienda agricola della famiglia Vacchi) ed Eurovo. Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo, è stato designato come Presidente di Agrofood Bic.

L'obiettivo è creare un acceleratore di promettenti e innovative start-up specializzate in Healthy food e special needs, Tracciabilità dei prodotti food in chiave di food safety, Packaging sostenibile, Food Delivery e Precision Agriculture.

Tre i soggetti coinvolti che collaboreranno con il nuovo Business Innovation Center: Università di Bologna, Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie l'energia e lo sviluppo economico sostenibile e ASTER, la società della Regione Emilia-Romagna per la ricerca e l'innovazione. Gli eventi legati all'acceleratore e le call saranno pubblicati sul sito www.agrofoodbic.it dove sarà possibile anche inoltrare candidature spontanee. 

Il cda, composto da Luca Ferrarini (Granarolo), Michele Giordani, (Gellify), Pier Paolo Rosetti (Conserve Italia), Davide Magnani (Eurovo), Francesco Malaguti, e Debora Negrini (Cuniola), sarà affiancato da un comitato tecnico scientifico che avrà il compito di definire le modalità e criteri di selezione delle start-up e le attività di supporto messe a loro disposizione dalla società.

Guarda il video

agu - 6340

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili