Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Esteri. Francia: il mercato del caffè

Consumo medio pro capite 5,4 chili/anno contro i 5,8 degli italiani

Secondo il Syndicat Français du Café, il mercato globale francese del caffé retail vale 2,7 miliardi di euro (IVA francese inclusa) per un consumo di 348.200 tonnellate (equivalente ad un prezzo medio al chilo di 6,9 euro al netto dell’Iva). Se a ciò si aggiunge il consumo fuori domicilio, questo rappresenta un giro d’affari di circa 6 miliardi di € (Basic per Max Havelaar). Il consumo medio di caffé pro capite in Francia raggiunge i 5,4 chili/anno, rispetto ai 5,8 chili/anno degli italiani. Quello solubile rappresenta circa il 15% del caffè consumato in Francia, mentre la quota di mercato del decaffeinato è di circa il 7% e quella dei caffè biologici e derivati dal commercio sostenibile del 3%. 

Le vendite di caffé in Francia sono più che raddoppiate in valore dal 2003 grazie soprattutto agli arabica in formato monodose (dosette e capsule compatibili Nespresso) che sono vendute alla tazza da sei a otto volte più care che il caffé macinato, e garantiscono quindi una redditività notevole. Le capsule in Francia rappresentano in effetti il 58% del caffé consumato a domicilio per un giro d’affari valutato a 1,07 miliardi di €. Lo riporta in queste ore Ice da Parigi su fonte Syndicat Français du Café.

NatDu - 7227

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili