Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Merendine, le consumano 31 milioni di italiani adulti

Lo dicono i dati Doxa - Unione Italiana Food

Una ricerca commissionata alla Doxa da Unione Italiana Food scopre che 6 italiani su 10 consumano merendine, in media 2 volte a settimana.

Grazie a un’indagine Doxa- Unione Italiana Food, scopriamo che la merendina è uno dei pochi prodotti alimentari che ha accompagnato il consumo degli italiani -  senza perdere consensi - nel passaggio generazionale da bambini ad adulti. Dati alla mano, il 66% degli italiani è stato consumatore di merendine da bambino e il 59% lo è ancora oggi: parliamo di 31 milioni di italiani che continuano a scegliere questo prodotto per la propria merenda. Dalla ricerca emerge come con l’età adulta il consumo di merendine degli italiani si attesta a 2 volte a settimana. Gli “habitué” delle merendine sono soprattutto under 35: le consumano infatti il 70% dei millennials. Seppur con più moderazione (1-2 volta a settimana), le scelgono però anche i 35-54enni, ovvero la generazione cresciuta con il boom delle merendine. Sono invece un po’ meno consumate dagli over 65 (32%). Se da una parte le ragioni per cui gli italiani oggi scelgono le merendine sono soprattutto la praticità (59%) e il gusto (34%), dall’altra esistono motivazioni esclusive dell’età adulta. In particolare, 6 milioni di italiani (19%) continuano a consumare le merendine perché sono migliorate nel profilo nutrizionale e perché hanno saputo innovare adattandosi ai loro gusti (cambiati negli anni). Infine più di 3 milioni di italiani scelgono le merendine perché ricordano loro l’infanzia. Da piccoli invece gli italiani apprezzavano le merendine principalmente per la bontà e il gusto (48%) ma, già allora, la praticità e la porzione rappresentavano un motivo di scelta (25%). Anche il fatto di trovare nelle merendine delle sorprese con cui giocare rappresentava un ulteriore ragione nello sceglierle (28%). Infine il 23% le sceglieva per l’aspetto di novità nel contesto della merenda di quei tempi. Dallo studio emerge che 6 milioni di italiani continuano a scegliere le merendine perché sono migliorate dal punto di vista nutrizionale e sono ancora più innovative: negli ultimi 10 anni infatti nelle merendine è stato ridotto il consumo di zuccheri (-30%), grassi saturi (-20%) e calorie (-21%).

mtm - 7393

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili