Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Nestlé avvia trattativa per cedere business "Skin Health"

Si parte da 9 mld di euro con fondo svedese Eqt e fondo Adu Dhabi

Nestlé punta a cedere le attività nella cura della pelle per tornare a concentrarsi sul core business dell'alimentare. La multinazionale svizzera ha annunciato di aver avviato trattative in esclusiva con un consorzio formato dal fondo svedese Eqt e da una controllata del fondo sovrano Abu Dhabi Investment Authority. La divisione Skin Health - che racchiude marchi come Cetaphil, Proactiv e Restylane - è valutata da Nestlè 10,2 miliardi di franchi svizzeri (9 miliardi di euro), nettamente superiore ai 4 mld chf ipotizzati dagli analisti di Jefferies lo scorso settembre. La cessione, fanno sapere da Vevey, dovrebbe essere finalizzata nella seconda metá dell'anno. Il gruppo svizzero fornirá un aggiornamento sull'utilizzo dei proventi dell'operazione e sulla futura struttura del capitale alla chiusura della transazione.

Per gli analisti si tratta di una "notizia positiva" poichè la divisione in questione rappresenterebbe l'esito poco felice dei piani di diversificazione della multinazionale elvetica in scia all'acquisizione di Galderma nel 2014. "La vendita fa chiaramente parte della strategia di Nestlé che intende concentrarsi su categorie di crescita più forti", puntualizzano gli esperti, facendo però notare che, nonostante l'accelerazione nella riorganizzazione del portafoglio, il miglioramento della performance operativa è graduale e il gruppo potrebbe comunque faticare a raggiungere l'obiettivo di crescita organica del 4-6%.

La multinazionale elvetica sta rivedendo il suo vasto portafoglio proprio su pressione degli investitori e sta inoltre effettuando una revisione strategica della sua controllata Herta, marchio di Frankfurters precotti. Con sede a Losanna, Nestlè Skin Health, che impiega oltre 5.000 persone in tutto il mondo, l'anno scorso ha registrato un fatturato di 2,8 miliardi di franchi svizzeri. Già nella seconda metà dell'anno scorso il gruppo svizzero aveva annunciato la volontà di vendere la divisione costituita nel 2014. L'eventuale vendita rappresenterebbe la più grande cessione della multinazionale svizzera da quando il Ceo Mark Schneider è alla guida del gruppo con l'obiettivo di riposizionare il gruppo sul core business.

agu - 7712

© EFA News - European Food Agency Srl