Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Latte senza lattosio sempre più desiderato dagli italiani

3 su 4 lo bevono senza soffrire di intolleranze o allergie, secondo una ricerca

Rivoluzione nei frigoriferi italiani in arrivo: in crescita il consumo di latte senza lattosio (+6%) e bevande alternative (+9%) mentre si prevede un arresto per il latte vaccino fresco (-4%) e latte vaccino Uht (-5%), secondo quanto dichiarato dalle mamme, influenzate in primis dai siti web (54% delle mamme con figli piccoli e 53% delle mamme con figli adolescenti) e dai social network (42% delle mamme con figli piccoli e 34% per le mamme con figli adolescenti). E il latte senza lattosio fa gola anche a chi non soffre di allergia o intolleranza (75%). Queste tra le evidenze più significative che sono state presentante oggi a Cremona al convegno “Aspettando la Giornata mondiale del latte”, promosso dal Comitato italiano della Federazione internazionale del latte – Fil/Idf, con il supporto della Fondazione Invernizzi e la collaborazione dell’Università cattolica del Sacro Cuore, in vista dell’appuntamento internazionale di domani. 

Il latte senza lattosio, in particolare, sembra essere molto gradito dalle mamme italiane, anche da chi (75%) non soffre di allergie ed intolleranze. 

I canali informativi: vincono i siti e i social network, ma resiste la fiducia per i dottori

E gli italiani dove si informano? I canali di riferimento sono, rispettivamente, i siti web (50%), seguiti dalla televisione (40%) e dai social network (32%), quest’ultimo in particolare per le mamme con figli fino ai 13 anni d’età (42%), mentre solo il 19% delle stesse mamme dichiara di documentarsi leggendo le riviste scientifiche. Su dove viene riposta la fiducia per reperire le informazioni, però, i dottori ed i nutrizionisti restano al primo posto (58%) per gli italiani, seguiti dai familiari e gli amici (51%) e dai gruppi di difesa dei consumatori (41%), dati che rimangono sostanzialmente stabili anche per le mamme. Si confermano poco credibili i politici, per il 64% degli cittadini intervistati, sia italiani che internazionali. Nucleo familiare e gruppo di amici sembrano essere decisivi (51%) anche per i consigli per l’acquisto di prodotti.

Mamme con figli piccoli le più influenzate dalle fake news

Le fake news si confermano un fenomeno ancora significativo. Il 14% dei cittadini intervistati ha dichiarato di aver creduto nell’ultimo anno ad una notizia letta on-line che poi si è rivelate essere falsa, e tra questi in primis coloro che consumano spesso latte senza lattosio ed in generale le mamme con figli fino ai 13 anni d’età. Mentre gli intervistati che consumano latte vaccino fresco e latte vaccino Uht sembrano essere maggiormente al riparo (30%).

red - 7885

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili