Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Liquori, le autorità californiane potrebbero indagare su Amazon

L'indiscrezione è riportata da Wine-Searcher

L'autorità californiana che regola il settore degli alcolici potrebbe avviare un'indagine su Amazon

Secondo Wine-Searcher, il California Department of Alcoholic Beverage Control (ABC) si prepara a indagare su Amazon. Il colosso dell'e-commerce avrebbe dichiarato l'apertura di un wine shop a Los Angeles, che però sembra non esistere. A febbraio Amazon aveva ottenuto la licenza per un negozio fisico di alcolici, ma all'epoca si parlava di San Francisco, nell'area di Dogpatch. Secondo le indiscrezioni, Amazon avrebbe fatto sapere al San Francisco Chronicle che la licenza era necessaria per ampliare il business di consegna di alcolici tramite Prime Now, non per costruire una rete di negozi fisici. E sarebbe accaduto qualcosa di molto simile anche a Los Angeles. Le leggi statali della California permettono la consegna di alcolici a domicilio soltanto da parte delle aziende che hanno un presidio fisico, ma un portavoce di Amazon avrebbe fatto sapere a Wine-Searcher che si tratta di una questione puramente formale, e che non è "accurato" definire come "negozio" l'operazione in corso a Los Angeles. "Si tratta semplicemente di un termine richiesto per ottenere la licenza. Stiamo parlando di un servizio di consegna di alcool da un magazzino tramite Prime Now", avrebbe dichiarato a Wine-Searcher la fonte, che preferisce mantenere l'anonimato. A seguito di queste dichiarazioni, i giornalisti di Wine-Searcher hanno visitato di persona il "negozio segreto". Secondo la loro testimonianza non esiste alcun negozio fisico dove i consumatori finali possono comparare alcolici, ma soltanto un magazzino in una zona industriale. Se fosse confermato, questo fatto costituirebbe una violazione delle normative. 

mtm - 8768

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili