Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Russia: Putin firma legge per sussidi a viticoltori e produttori vinicoli

Incentiverà la produzione di vino da uve russe e non da materie prime importate

I sussidi riguarderanno la filiera di produzione di vini, spumanti, liquori, e bevande alcoliche destinate all'export

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge sui sussidi per  viticoltori e produttori vinicoli. Come già annunciato dal presidente della Duma di Stato Vyacheslav Volodin, la legge sosterrà l'imprenditoria di settore nazionale stimolando le condizioni per la produzione di vino da uve russe e non da materie prime importate dall'estero. L'attuale versione del codice di bilancio prevede dunque la possibilità di concedere sovvenzioni per compensare la perdita di entrate o spese connesse alla produzione e alla vendita di prodotti vitivinicoli ottenuti da uve coltivate in Russia. Questi sussidi saranno forniti gratuitamente e irrevocabilmente a persone giuridiche (ad eccezione delle istituzioni statali), a singoli imprenditori, nonché ad imprese. La legge chiarisce che la misura riguarda uva e tutti prodotti vitivinicoli da essa derivati, ovvero vini, spumanti, eccetera. Inoltre, l'elenco dei prodotti che possono  godere di tale sostegno  comprende anche liquori con indicazione equivalente a quella  geografica protetta e denominazione di origine, e bevande alcoliche destinate all'esportazione. 

La nuova normativa rientra nelle politiche vitivinicole di sostegno avviate dalla Federazione Russa anni fa, che prevedono di arrivare a 140 mila ettari di vigneto nel 2020 e a 180 mila nel 2025.  La legge entrerà in vigore il 1 ° gennaio del 2020.

SaM - 9152

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili