Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Ieg (Fiera di Rimini) conferma crescita nei 9 mesi

Ricavi per 128 milioni e utile netto pari a 8,9 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Italian Exhibition Group, società quotata dallo scorso giugno sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2019. Nel terzo trimestre 2019 I ricavi totali del Gruppo IEG, caratterizzati dalla meno intensa attività fieristica e congressuale dei mesi estivi, sono stati pari a 28,35 milioni di Euro rispetto ai 34,66 mila Euro del terzo trimestre del 2018. L’EBitda e l’Ebit, impattati positivamente dall’applicazione del principio contabile IFRS16, si attestano rispettivamente a 39 milioni  e -0,36 milioni di Euro 

Il risultato netto del Gruppo, risentendo di maggiori oneri finanziari derivanti dalla variazione del fair value di strumenti finanziari derivati (602 migliaia di Euro) e da debiti figurativi per put options (84 migliaia di Euro), evidenzia una perdita di 1,82 milioni di Euro contro un utile di 1,65 milioni del medesimo periodo dell’anno precedente. 

Nei primi nove mesi del 2019 I ricavi totali sono stati pari a 128,28 milioni di Euro, mostrando una crescita del 14,6% rispetto all’anno precedente. Questo risultato, nonostante il meno favorevole calendario fieristico, consolida il trend di crescita già registrato a fine 2018 (+22% sull’anno precedente), testimoniando l’efficacia delle strategie poste in essere da IEG sul duplice fronte dello sviluppo dei prodotti in portafoglio e della crescita per linee esterne. 

L’Ebitda e l’Ebit, impattati positivamente rispettivamente per 3 e 0,1 milioni di Euro a seguito dell’applicazione del principio contabile IFRS16, raggiungono rispettivamente 30,6 milioni  e 17,46 milioni di Euro con una forte crescita rispetto ai primi nove mesi del 2018. Il risultato netto del Gruppo, che risente di maggiori oneri della gestione finanziaria derivanti dalla variazione del fair value di strumenti finanziari derivati (1.515 migliaia di Euro) e da oneri connessi a debiti figurativi per put options (434 migliaia di Euro), si attesta a 8,94 milioni di Euro, il leggero calo rispetto ai 9,3 milioni  di Euro dei primi nove mesi del 2018. 

agu - 9660

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili