Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Barilla diversifica nel business del pomodoro?

Sarebbe Interessata a rilevare stabilimento Italian Food, fulcro della filiera toscana di Petti

La diversificazione nei sughi è già una realtà consolidata, con uno stabilimento dedicato a Rubbiano, ma ora per Barilla si profilerebbe l'ingresso in un mercato completamente nuovo, quelle delle conserve di pomodoro. Secondo rumors rilanciati da Milano Finanza, infatti, il gruppo emiliano sarebbe interessato a rilevare lo stabilimento della Italian Food di Venturina (Livorno) che è il fulcro della filiera del pomodoro 100% toscano di Petti, uno dei brand più dinamici del settore. 

Barilla nel 2018 ha realizzato un fatturato di 3,48 miliardi di giro d'affari. L'attenzione al possibile deal - secondo quanto riporta il sito del quotidiano finanziario - sarebbe legata al fatto che la stessa Petti entro fine anno dovrebbe completare un aumento di capitale da 12 milioni necessario per ristabilire la solidità patrimoniale e dare nuova linfa ai progetti di sviluppo della società guidata da Pasquale Petti, che ha chiuso lo scorso esercizio con ricavi per 60,96 milioni ma un ebitda negativo di 987 mila e una perdita di 4,78 milioni, legata anche alla campagna di marketing per la penetrazione di mercato, a fronte di un debito bancario di 20,58 milioni e un patrimonio netto di 9,4 milioni.

Italian Food, interpellata da EFA News, ha risposto che "per ora non c'è nulla da dichiarare al riguardo".

agu - 9908

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili