Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Pasticceria: stamani è mancato Alfonso Pepe

Mastro dolciere definito il Re del panettone artigianale

Dopo lunga malattia è scomparso stamattina a 55 anni il  Mastro Dolciere Alfonso Pepe, noto volto TV ma soprattutto colui che insieme all'illustre collega Salvatore De Riso ha impresso una svolta epocale alla pasticceria del Sud d'Italia. Nel 1995 la sua passione lo portò ad entrare nell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani dopo essersi specializzato nella lavorazione dei lievitati fino a diventare uno dei primi in Italia, primo in Campania, nella preparazione del panettone, del pandoro e della colomba. Questo gli fece guadagnare il titolo di Re del panettone artigianale: dimostrò come questo dolce tradizionale non fosse unicamente prerogativa dei pasticceri milanesi, e i numerosi premi vinti per il Miglior panettone d'Italia testimoniarono di come Pepe riuscì a sfatare questo luogo comune.

Tra i più grandi esponenti dell’arte bianca in Italia, il Maestro di Sant’Egidio del Monte Albino, nel salernitano,  si fece conoscere al grande pubblico per la sua tecnica soprattutto nei lievitati. Insieme ai suoi fratelli Prisco e Giuseppe, e alla sorella Anna creò l'impresa Pepe sposando la massima "La tradizione è faticosa da osservare perché richiede tempo, lavoro, cura e dedizione massima. Ma quando la si rispetta, se ne assaggia il risultato....", che tradusse nel rispetto dei tempi di lievitazione con lievito madre, e mantenendo la connotazione artigianale dei suoi prodotti.

Nel maggio scorso gli venne attribuito il penultimo di una lunga serie di premi, il World Pastry Stars, massimo riconoscimento mondiale del settore.  La sua ultima apparizione invece risale allo scorso settembre in Costa d’Amalfi, al Santa Rosa Pastry Cup in cui era stato premiato dai suoi colleghi e amici Sal De Riso e Nicola Pansa per il lavoro svolto negli anni, attraverso cui contribuì a valorizzare il territorio, portando in auge materie prime e prodotti della terra spesso dimenticati. 

Oggi il mondo internazionale della pasticceria lo piange. Tra i ricordi più commossi, quello di Aldo Severino, presidente di Confesercenti Angri: “Un padrone di casa perfetto, che mise a disposizione la sua nuova struttura, inaugurata da poco, rivelando a larghi sorrisi quello che altri, molto probabilmente, avrebbero mantenuto segreto. Un vero maestro di dolcezza”. 

SaM - 10569

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili