Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Istat: commercio al dettaglio gennaio 2020

Vendite stazionarie, ma il mercato alimentare registra una marcata crescita /Allegato

Per la prima volta Istat aggiunge anche i dati sulle vendite al di fuori dei negozi, che includono la vendita porta a porta, i distributori automatici e la vendita per corrispondenza e attraverso TV

A gennaio 2020 si stima, per le vendite al dettaglio, una variazione congiunturale nulla in valore e un lieve aumento in volume (+0,1%). Le vendite dei beni alimentari sono in aumento sia in valore sia in volume (+0,8%) mentre quelle dei beni non alimentari calano dello 0,4% in valore e dello 0,3% in volume. Nel trimestre novembre 2019-gennaio 2020, le vendite al dettaglio registrano una variazione positiva dello 0,1% in valore e dello 0,3% in volume rispetto al trimestre precedente. Sono in aumento sia le vendite dei beni alimentari (+0,4% in valore e +0,2% in volume) sia le vendite dei beni non alimentari (+0,1% in valore e +0,2% in volume).

Su base tendenziale, a gennaio, si registra una crescita dell’1,4% in valore e dell’1,3% in volume. Aumentano sia le vendite dei beni alimentari (+1,9% in valore e +1,1% in volume) sia le vendite dei beni non alimentari (+1,0% in valore e +1,6% in volume).

Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per quasi tutti i gruppi di prodotti, ad eccezione dei Prodotti farmaceutici (-1,8%) e Cartoleria, libri, giornali e riviste (-0,4%). Gli aumenti maggiori riguardano Prodotti di profumeria, cura della persona (+3,3%) e Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+2,1%). Rispetto a gennaio 2019, il valore delle vendite al dettaglio aumenta del 2,3% per la grande distribuzione e diminuisce dello 0,2% per le imprese operanti su piccole superfici. In aumento il commercio elettronico (+15,8%).

Con il presente comunicato l’Istat arricchisce l’offerta informativa congiunturale del settore, diffondendo, per la prima volta, l’aggregato relativo alle vendite al di fuori dei negozi che include la vendita porta a porta, i distributori automatici e la vendita per corrispondenza e attraverso TV; questa forma distributiva, nel mese di gennaio 2020, mostra una crescita tendenziale dello 0,6%.

Per ulteriori dettagli vedasi testo integrale con nota metodologica allegato in basso a questa EFA News.

Allegati
CTim - 10951

© EFA News - European Food Agency Srl
Collegate
Simili