Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

"Cura Italia", per Confimprese risorse insufficienti

Resca: "Ci aspettiamo risposte anche per il commercio, gravemente colpito dalla crisi"

Bene le prime misure di sostegno finanziario alle imprese, soprattutto l’iniezione di liquidità nel sistema del credito che può mobilitare 340 miliardi di finanziamenti all’economia reale e i 10 miliardi di sostegno all’occupazione e ai lavoratori. E' il commento di una nota di Confimprese al decreto "Cura Italia" varato oggi dal governo.

"Siamo consapevoli degli sforzi che il governo sta facendo, ma i 25 miliardi del Cura Italia – fa presente Mario Resca, presidente Confimprese – sono ancora insufficienti. Auspichiamo che questo sia soltanto un primo passo per permettere alle aziende di stare in piedi e di salvaguardare i livelli occupazionali, perché si devono, comunque, sostenere l’incidenza dei costi fissi su personale, approvvigionamento materie prime e affitti. Ci aspettiamo risposte anche per il commercio, gravemente colpito dalla crisi".

agu - 11066

© EFA News - European Food Agency Srl
Collegate
Simili