Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Massimo Zanetti BG perde 17 milioni nel 1° semestre

Forte impatto della pandemia sui costi del caffè e sul canale foodservice

Massimo Zanetti Beverage Group soffre nel 1° semestre dell'anno a causa della pandemia che ha fatto crollare i prezzi del caffè di quasi il 10% e affossato il canale del foodservicese in calo del 38%. La società quotata al segmento STAR e attiva nel settore del caffè con diversi marchi tra cui Segafredo, ha comunicato i risultati finanziari del primo semestre del 2020, periodo chiuso con ricavi in flessione dell’8,1%: il giro d’affari è sceso da 439,45 milioni a 404,03 milioni di euro. La diminuzione dei prezzi è stata parzialmente compensata dall’aumento dei volumi di vendita del caffè tostato (+0,9%) e dall’impatto favorevole dei tassi di cambio (+0,4%). In forte calo il margine operativo lordo, che è passato da 33,9 milioni a 11,91 milioni di euro (+13%); di conseguenza, la marginalità è scesa dal 7,7% al 2,9%. Il risultato finale è stato negativo per 16,96 milioni di euro, rispetto all’utile di 3,46 milioni contabilizzato nei nei primi sei mesi del 2019, in conseguenza a maggiori ammortamenti. 

Il canale foodservice registra un calo del 37,6% a cambi costanti (-38,9% su base comparabile) rispetto al primo semestre 2019, a seguito delle misure intraprese a livello globale per contenere la diffusione della pandemia da Covid-19, con la chiusura delle attività commerciali in quasi tutti i Paesi. I ricavi del canale Mass Market risultano in crescita del 10,6% a cambi costanti rispetto al primo semestre 2019. Su base comparabile la crescita è pari all’8,2% grazie alla performance positiva in tutte le aree geografiche. Infine, i ricavi del canale Private Label registrano un calo del 5,7% a cambi costanti rispetto al primo semestre 2019. Su base comparabile la diminuzione è pari all’8,6%.

agu - 12926

EFA News - European Food Agency
Simili