Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Latte, dalle cooperative il 66% della produzione lombarda

La cooperazione ha garantito la tenuta dei prezzi del latte alla stalla

I dati presentati alle fiere zootecniche di Cremona. Complessivamente, grazie alla cooperazione, nel 2019 si è registrata una redistribuzione di valore aggiunto in più sul territorio pari a oltre 178 milioni di euro.

Nel settore lattiero-caseario, la cooperazione svolge un ruolo di primo piano sia in termini di produzione che di valore generato. E questo valore aggiunto risalta ancora di più in un periodo di crisi come quello attuale. La Lombardia da sola raccoglie il 44% del latte consegnato in tutta Italia e le cooperative lombarde detengono e trasformano il 66% della produzione totale regionale (dati del 2019, che registrano un incremento di 5 punti percentuali rispetto al 2016). In un contesto di incertezza sui mercati, la cooperazione ha garantito la tenuta dei prezzi del latte alla stalla, remunerato il 16% in più rispetto al prezzo medio della Lombardia e il 33% in più rispetto alla media Ue. 

Complessivamente, grazie alla cooperazione, nel 2019 si è registrata una redistribuzione di valore aggiunto in più sul territorio pari a oltre 178 milioni di euro. Sono alcuni dei dati messi in luce durante il convegno online “Il sistema lattiero-caseario, il valore della cooperazione” organizzato da Confcooperative FedAgriPesca Lombardia, in collaborazione con Cittadella della cooperazione, all’interno di Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona. Per la Dop più consumata al mondo, il Grana Padano, le forme che escono dalle cooperative rappresentano il 66% del totale della produzione, con riflessi anche sui mercati esteri. Nel corso del tempo, il Consorzio ha visto crescere anche l’export: nel 2017 il numero di forme destinate all’export era il 36% del totale, nel 2019 è arrivato al 40%.

mtm - 15307

EFA News - European Food Agency
Simili