Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Dal carpooling al packaging, la sostenibilità secondo Euro Company

Intervista col direttore generale Mario Zani

Un'app per il carpooling dei dipendenti, lo status di società benefit e B Corp, le energie rinnovabili negli stabilimenti: sono tante le iniziative avviate da Euro Company sul fronte della sostenibilità. Ce le racconta il direttore generale Mario Zani.

Un'applicazione che aiuta i dipendenti a organizzare il tragitto casa-lavoro in carpooling: questa è l'idea che è valsa a Euro Company, produttrice di frutta secca ed essiccata, il premio "Innovatori Responsabili" assegnato dalla Regione Emilia-Romagna (vedi articolo EFA News del 18/1/21). Si tratta di una delle ultime iniziative in ordine di tempo con cui l'impresa romagnola, benefit corporation e B Corp, intende distinguersi nel campo della sostenibilità. Ne abbiamo parlato con il direttore generale Mario Zani.

Cosa significa sostenibilità per il vostro settore?

Il mondo ha bisogno di noi, del nostro contributo: l’impatto che abbiamo oggi sul nostro pianeta non deve compromettere il futuro delle generazioni che verranno. Nel settore della frutta secca – e più in generale in quello alimentare – credo che sostenibilità significhi infatti soddisfare il consumatore di oggi pensando al consumatore di domani, e tenere conto del contesto economico, sociale e ambientale. Dalla riduzione delle emissioni di gas serra all’ottimizzazione delle risorse idriche, dallo sviluppo di filiere corte e tracciabili alla tutela dei lavoratori, dall’attenzione al consumatore all’impatto positivo sulla comunità: i contesti sono ovviamente in sinergia e noi lavoriamo per apportare un cambiamento concreto nel nostro settore. Perché sostenibilità vuol dire soprattutto avere una prospettiva di sviluppo a lungo termine: da una parte c’è l’esigenza di tutelare le persone, i loro diritti e la loro salute, dall’altra la conservazione e la protezione di risorse naturali ed ecosistemi. Questo è il concetto che dichiariamo con la nostra vision: essere un punto di riferimento per l’alimentazione sana e sostenibile, mettendo al centro la salute, il pianeta e il rispetto delle persone, con l’obiettivo di influenzare l’intera industria alimentare.

Quali altre iniziative di sostenibilità state mettendo in atto?

Siamo diventati società benefit nel 2018 e B Corp nel 2019. Ad esempio, ci siamo prefissati di confezionare tutti i prodotti in packaging riciclabili al 100% e nell’ultimo anno abbiamo iniziato a progettare packaging riciclabili secondo le linee guida fornite dal Conai, e portato a termine lo studio di Life Cycle Assessment (Lca) che ci ha confermato la correttezza del percorso di eco-progettazione intrapreso e ci fornisce elementi per migliorare ulteriormente i risultati sino ad ora raggiunti. Siamo poi impegnati nella riduzione degli imballaggi (solo nell’ultimo anno abbiamo ridotto di oltre il 28% le tonnellate di rifiuti da imballaggi misti), e utilizziamo energia proveniente da fonte eolica. Ma non solo: sviluppiamo progetti dedicati ai nostri collaboratori come Nuts4Green, la sfida di “Mobilità Intelligente” attraverso la quale certificare i tragitti casa-lavoro percorsi in carpooling, a bici e a piedi; offriamo caffè macinato gratis e abbiamo regalato una borraccia d’acciaio a ogni dipendente, che può riempirla nelle fontanelle di acqua microfiltrata presenti in azienda.

Quali risultati vi hanno dato finora?

Consideriamo che ogni anno in Italia si consumano 120.000 tonnellate di rifiuti prodotti da capsule di caffè. Allora abbiamo deciso di eliminarle, introducendo nuove macchine del caffè che, macinando i grani al momento, producono rifiuti 100% compostabili. Il risultato è che regalando il caffè macinato in chicchi a tutti i dipendenti, dall’introduzione delle nuove macchinette ad oggi, abbiamo risparmiato oltre 200.000 capsule, pari a 1 tonnellata di plastica e alluminio. Grazie alle borracce, invece, abbiamo risparmiato oltre 100.000 bottiglie all’anno. Questo vuol dire oltre 3 tonnellate di plastica risparmiata, con un abbattimento del 90% delle emissioni di CO₂! Cambiare le nostre abitudini quotidiane ci offre risultati sorprendenti: anche in tema di mobilità, proprio grazie al progetto Nuts4Green, abbiamo risparmiato -743 Kg di CO₂ emessa e i nostri collaboratori hanno ridotto i costi di spostamento casa-lavoro. Lo scorso dicembre, grazie a questo progetto, abbiamo ricevuto il premio Innovatori Responsabili della Regione Emilia-Romagna.

Avete in programma nuove iniziative?

Per noi la sostenibilità non è un traguardo bensì un percorso in divenire, che ci impegna nello sviluppo di sempre nuove soluzioni che impattino positivamente sull’ambiente e sulle persone. Ad esempio, nei prossimi tre anni, la copertura a pannelli solari del nuovo centro direzionale e dello stabilimento produttivo in costruzione ci permetterà di produrre direttamente una parte dell’energia elettrica e contribuirà a evitare l’emissione nell’atmosfera di anidride carbonica. Abbiamo poi deciso di designare un comitato interdipartimentale per la sostenibilità etica che condividerà i progetti aziendali di responsabilità sociale e ne monitorerà gli impatti. Al fine di scattare una fotografia del livello di sostenibilità della nostra azienda, compileremo poi l’Ssg Action Manager: uno strumento realizzato da B Lab, in collaborazione con lo United Nations Global Compact, per fornire alle imprese uno strumento in grado di formulare un’analisi delle prestazioni aziendali. Questi sono solo alcuni degli obiettivi dei prossimi anni. Il futuro di Euro Company e delle sue persone è un cammino continuo di crescita e di ricerca, con un obiettivo chiaro: influenzare l’intera industria alimentare con i nostri comportamenti, consapevoli che il cibo è la nostra missione e il nostro dovere nei confronti dei consumatori.

mtm - 16422

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili