Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Porcaro (Cortilia): "Puntiamo a crescere, sostenibilmente"

Intervista esclusiva col Ceo & Founder della foodtech company partecipata anche da Renzo Rosso

Una nuova sede da 50mila metri quadrati, un nuovo azionista di spessore (Renzo Rosso, patron di Diesel) e un piano di espansione in Italia. Marco Porcaro, Ceo & Founder, ci racconta il presente e il futuro di Cortilia.

È un momento d'oro per Cortilia. Dopo aver chiuso il 2020 con una crescita a tre cifre sull'anno precedente, la food tech company chiude un round di investimenti del valore di 34 milioni di euro, accoglie nel Cda Renzo Rosso, si trasforma in società benefit e si prepara a traslocare in una nuova sede. Ne abbiamo parlato con il Ceo & Founder, Marco Porcaro, che ci ha dato qualche anticipazione sui piani per il prossimo futuro.

A quanto ammonta il totale degli investimenti finora conseguiti da Cortilia?

L'ultimo round di finanziamento del valore di 34 milioni, annunciato a gennaio 2021, è stato sottoscritto dai soci esistenti (Indaco Ventures, Five Season Ventures, Primomiglio e P101 Sgr, primo investitore di Cortilia) e da Red Circle Investments, società di investimenti di Renzo Rosso. In precedenza, abbiamo completato diversi round di finanziamento per un valore complessivo pari a 17 milioni di euro.

Come avete chiuso il 2020 e quali obiettivi vi prefissate per il 2021?

Nel 2020 Cortilia ha fatturato 33 milioni di euro, con una crescita del +175% rispetto al 2019. Attualmente collaboriamo con oltre 250 piccoli e medi produttori e diamo impiego a 50 dipendenti diretti. Il nostro obiettivo per il futuro è di un’ulteriore accelerazione e di uno sviluppo del nostro servizio su nuove aree geografiche. Una crescita che vogliamo attuare coerentemente con i nostri valori e il nostro percorso nell'ambito della sostenibilità socioeconomica e ambientale, come dimostra la nostra recente trasformazione in società benefit.

A quali attività sarà destinato il nuovo round d'investimento appena concluso?

Le nuove risorse finanziarie raccolte con il round appena concluso ci consentiranno di incrementare la nostra crescita e sviluppare ulteriormente il servizio sul territorio italiano, servendoci delle migliori tecnologie e innovazioni per operare secondo i più alti standard di qualità e sostenibilità.

Pensate di aprirvi ad altri mercati/regioni?

Attualmente, il servizio di Cortilia è diffuso in Lombardia (nelle province di Milano, Monza e Brianza, Varese, Como, Pavia, Lodi, Bergamo, Brescia), in Piemonte (nella provincia di Novara e a Torino) e in Emilia-Romagna (Bologna, Modena, Piacenza, Parma e Sorbolo), con l’obiettivo di espansione su altri territori. Da sempre, l'ampliamento del servizio Cortilia avviene in modo graduale, poiché qualsiasi crescita – anche in termini di aree servite – non deve in alcun modo scendere a patti con gli alti standard qualitativi che ci contraddistinguono.

Quale sarà il prossimo passo?

Tra i progetti più imminenti in programma nel 2021 l’inaugurazione di uno spazio multifunzionale di 50.000 mq alle porte di Milano per ospitare tutti i team di lavoro, creare maggiori sinergie e offrire un servizio ancora più efficiente. Apriremo la nuova sede Cortilia nel comune di Cassina De’ Pecchi: la crescita dell’azienda, esponenziale nel 2020, ha accelerato la necessità di ampliare, rafforzare e riunire in un’unica collocazione tutte le funzioni aziendali. Il nuovo headquarter sarà un sito “green” in linea con le nuove esigenze e modalità lavorative e con gli standard delle più importanti certificazioni in ambito di efficienza energetica e impronta ecologica. L’impianto sarà dotato di un sistema energetico fotovoltaico di ultima generazione e un insieme di accorgimenti strutturali volti a efficientare i consumi energetici. Inoltre, sarà circondato da un’area verde, che in parte vorremmo destinare a progetti di tutela e promozione della biodiversità e attività didattiche, da condividere con le comunità locali.

mtm - 16504

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili

DistribuzioneCommercio compatto: "Riaprite i centri commerciali!"

Appello accorato delle associazioni del retail, della distribuzione e dei centri commerciali

Le misure restrittive, che da oltre sei mesi impongono la chiusura di queste strutture nei giorni festivi e prefestivi, hanno comportato 140 giornate di chiusura e notevoli danni alle imprese del commercio, con perdite sul giro d’affari nell’ordine del -40% rispetto al 2019 e una conseguente diminuzione del fatturato annuo complessivo stimabile in 56 miliardi di euro. continua