Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Sempre meno food in Borsa a Milano

Delisting per Ima e Massimo Zanetti Beverage Group

Dopo 25 anni di quotazione, Ima, la multinazionale delle macchine automatiche e del packaging di Ozzano Emilia abbandona la borsa di Milano dopo il successo dell'Opa finalizzata proprio al delisting lanciata dagli azionisti (la famiglia Vacchi e il fondo di private equity BC Partners recentemente entrato nella compagine azionaria, vedi articolo di EFA News del 29/7/2020). Ima non è strettamente un'azienda alimentare, ma è fortemente legata alla filiera per i macchinari e i sistemi di packaging che fornisce, e per la divisione produttiva di macchine per l'industria del caffè.

“Oggi IMA Spa esce dalla Borsa di Milano", ha spiegato il Ceo Alberto Vacchi. "L’OPA si è conclusa con successo, con una percentuale di azioni residue pari all’1,8%, indice del fatto che il mercato ha considerato eque le valutazioni degli azionisti di maggioranza rispetto all’offerta. Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli attori del mercato, grandi e piccoli azionisti, analisti finanziari ed altri, che in questi anni hanno seguito e valorizzato le scelte industriali di IMA. L’esperienza di quotata è stata, secondo me, per quasi la metà della vita di IMA, che quest’anno celebrerà il 60° anniversario dalla fondazione, un’esperienza formativa e di stimolo. Ora IMA, con il nuovo socio BC Partners, sempre con il controllo del gruppo storico che ha fondato e guidato IMA, avvierà un ambizioso progetto di innovazione tecnologica per accrescere la sua competitività sui mercati”.

Percorso simile per Massimo Zanetti Beverage Group, l'azienda di Villorba (TV) che era approdata al listino di Milano nel 2015. L'Opa, lanciata il 29/9/2020 da un veicolo controllato dalla famiglia Zanetti anche in considerazione che "la quotazione non avrebbe permesso l'adeguata valorizzazione del gruppo", dovrebbe portare al delisting della società intorno alla metà di febbraio.

agu - 16606

EFA News - European Food Agency
Collegate
Simili