Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ristorazione scuole: Comune di Roma pubblica bando

Qualità, rispondenza ai principi della Dieta mediterranea, filiera corta e locale tra i requisiti da soddisfare

È stato pubblicato ieri sul portale TuttoGare di Roma Capitale, il nuovo bando per l’affidamento del servizio di ristorazione scolastica nei nidi capitolini, nelle sezioni ponte, nelle scuole dell’infanzia comunali e statali, primarie e secondarie di primo grado site nel territorio di Roma Capitale, in conformità ai parametri di sostenibilità ambientale di cui al D.M. 10 marzo 2020. La gara è incentrata sulla qualità, sulla sensibilizzazione verso una corretta cultura dell'alimentazione ispirata ai principi della Dieta mediterranea, sulla diffusione del concetto di multiculturalità, sul sostegno di modelli produttivi e distributivi a basso impatto ambientale, sulla riduzione degli sprechi e della produzione dei rifiuti, sull'utilizzo di prodotti a filiera corta e locale, di origine biologica, dei prodotti DOP, IGP, equosolidali biologici e sulla tutela dei lavoratori con l'inserimento della clausola sociale.

Il bando è organizzato in 15 lotti prestazionali e territoriali con un investimento di 700 milioni di euro. È possibile per ogni impresa concorrente presentare un’offerta anche per più lotti, ma non potrà essere aggiudicataria per più di uno: quello per cui avrà conseguito il maggior punteggio tecnico. L’appalto partirà dal 1° settembre 2021, o comunque dalla data di affidamento del servizio, per la durata di 5 anni educativi e scolastici. Il termine per il ricevimento delle offerte è fissato entro le ore 10:30 del 4 marzo 2020.

“Tramite questo bando vogliamo garantire ai nostri bambini un’alimentazione sana, variegata e improntata al rispetto dell’ambiente, puntando alla riduzione degli sprechi e alla valorizzazione di prodotti biologici e locali”, ha affermato il sindaco di Roma Virginia Raggi. “Abbiamo puntato sulla qualità e sulla sostenibilità ambientale per promuovere le corrette abitudini alimentari dei nostri ragazzi. Offriremo loro solo prodotti italiani, bio, DOP e IGP, andando ad incentivare politiche di welfare in ambito territoriale. Il bando, con affidamento quinquennale, garantisce inoltre una maggiore continuità del servizio e, grazie alla clausola sociale che abbiamo inserito, la tutela per i lavoratori”, ha fatto eco al sindaco, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.

SaM - 16909

EFA News - European Food Agency
Simili