Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Intesa Sanpaolo finanzia Parmareggio con Garanzia Italia

37 milioni garantiti da Sace per sostenere investimenti

La crescita sostenibile è al centro del progetto di sviluppo della Parmareggio. Tra i principali operatori dell'industria lattiero-casearia italiana, l'azienda emiliana ha ricevuto un finanziamento da Intesa Sanpaolo per 37 milioni di euro, garantito digitalmente da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane durante l'emergenza Covid-19. Il finanziamento è finalizzato a sostenere il capitale circolante, il costo del personale e il piano investimenti dell'azienda modenese, che sarà incentrato su nuovi programmi ESG già strategici per l'azienda. 

L'operazione - della durata di 72 mesi - avrà, infatti, fra i diversi obiettivi quello di sostenere attività di forte impatto sociale a supporto delle associazioni operanti nel no profit e nel sostegno personale e professionale alle categorie svantaggiate, nonché programmi di formazione interna dedicati al personale sui temi della cultura della sostenibilità ambientale. Parmareggio cura la stagionatura e commercializzazione di formaggi duri DOP e, in particolar modo, di Parmigiano Reggiano con il marchio Parmareggio e Grana Padano (a seguito della recente integrazione con Agriform). 

Parmareggio appartiene al Gruppo Bonterre, a totale proprietà cooperativa e fortemente radicato sul territorio modenese, frutto di aggregazioni di eccellenze italiane nei salumi e nei formaggi stagionati, che ha raggiunto dimensioni utili a sviluppare sinergie ed economie di scala. Con circa 1,3 miliardi di fatturato, tre filiali commerciali all'estero, 18 stabilimenti in Italia, 2.200 dipendenti, 165mila tonnellate vendute all'anno, il Gruppo Bonterre è oggi leader nella filiera del Parmigiano Reggiano, Grana Padano e nella produzione dei salumi. 

Tra i valori di Parmareggio e del Gruppo spiccano l'impegno per ridurre l'impatto ambientale ottimizzando l'utilizzo delle risorse, rendendo più efficienti i processi produttivi, abbassando i consumi energetici, ricercando sempre nuove tecnologie e materiali che assicurino la qualità del prodotto con un minore impatto ambientale; valori che hanno trovato piena condivisione nella soluzione proposta da Intesa Sanpaolo attraverso il finanziamento S-Loan, che prevede il monitoraggio degli obiettivi rilevati nell'ambito della nota integrativa del bilancio della società. 

Parmareggio, grazie alla recente integrazione con Agriform, prima realtà veneta nel settore del Grana Padano, Asiago, Piave e altri formaggi tipici regionali, con oltre la metà del fatturato realizzata all'estero, è diventata la più grande azienda nel mondo dei formaggi duri DOP, con posizione di leadership sia nel Parmigiano Reggiano sia nel Grana Padano; unica sul mercato ad avere un filiera ampia e completa in entrambe le DOP, con oltre 2000 allevatori e una ventina di latterie socie. La nuova realtà, che ha debuttato con un fatturato di 550 milioni di euro, conta 4 stabilimenti produttivi e 400 dipendenti. L'obiettivo di Parmareggio è svilupparsi ulteriormente sui mercati nazionali ed internazionali grazie ad una crescente solidità e competitività, e migliorare ulteriormente la valorizzazione dei prodotti di tutti i soci.

gva - 17285

EFA News - European Food Agency
Simili